Il gioco del bingo in Italia

“Me ne manca solo uno!”. Quante volte questo grido, a metà tra la speranza ed il dolore, viene lanciato all’interno delle sale bingo gremite di giocatori intenti, numero dopo numero, a coprire le singole caselle della propria cartella, chi sconsolato perché “proprio non gliene esce uno” e chi invece in trepida attesa perché magari gli manca davvero solo un numero. E per vincere cosa?

Con le ultime modifiche indotte a partire dal 2009 le regole del gioco del bingo hanno subito una pesante rimodulazione che è andata rivoluzionare il sistema delle vincite. E anche la possibilità di giocare online ha rivoluzionato il mondo del bingo; il web offre la possibilità di provare il gioco del bingo gratis su siti sicuri ed importanti, in modo da apprenderne le regole e divertirsi senza spesa.

Originariamente nel bingo erano previste due sole vincite: la cinquina ed il bingo.

Oggi non è più così. Innanzitutto va detto che le sale bingo destinano quasi il 70% della raccolta (prima era solo il 58) dalla vendita di cartelle ai premi. Il montepremi viene poi così ripartito: il 7% va a chi fa la cinquina, il 53% a chi fa Bingo, il 4% a chi fa il Bingo One, ed il 6% ai premi speciali

Questi ultimi si strutturano secondo le percentuali che seguono: il 60% del montepremi relativo è assorbito da Super Bingo, il 20 dal Bingo Oro, il 10 dal Bingo Argento ed il 5% dal Bingo Bronzo.

In pratica “più vincite per tutti”.

E forse anche questa rimodulazione delle vincite ha contribuito alla rinnovata passione da parte degli italiani nei confronti di questo gioco. Una passione che in termini di numerici si sta traducendo nell’apertura di un sempre maggior numero di sale sparse per tutto il Paese. Nelle città più grandi come Roma , Milano e Napoli se ne contano rispettivamente 21, 12 e 19! E, anche nelle città più piccole, il numero continua a crescere.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.