Capire cosa non funziona del PC

Prima o poi, a tutti capiterà di avere problemi con il Pc e, qualora questi problemi fossero di natura hardware, questa piccola guida protrebbe aiutarvi a capire cosa non funziona.

La prima cosa da fare, qualora si verifichino problemi hardware, e di rimuovere tutti i componenti superflui, cioè quelli che non sono importanti per l’avvio del Pc:
Cd Rom: basta rimuovere il lettore.
Hard disk: in questo caso è sufficiente eliminare l’alimentazione dai dischi.
PCI / ISA / PCI Express Cards: dovrebbero essere anche questi rimossi.

Dopo aver rimosso i componenti “superflui” provate a riaccendere il computer. Riuscite a notare una qualche attività? Si riesce a vedere la luce di attività relativa alla scheda madre?

Qualora riusciate a notare lo sfarfallamento di qualche luce, ma nessun boot del sistema, il sistema di alimentazione o la stessa scheda madre potrebbero determinare i Problemi hardware. È abbastanza comune, soprattutto nei vecchi Pc, un malfunzionamento determinato da un condensatore “esploso” letteralmente: il liquido presente al suo interno potrebbe essersi espanso, con risultati non gradevoli. Controllate la vostra scheda madre per vedere se, effettivamente si sia verificata tale eventualità e se da ciò derivino i Problemi hardware. In questo caso potrete notare il condensatore aperto nella sua parte superiore ed un eventuale liquido marrone presente nei “dintorni”.

Problemi derivanti dall’alimentazione:
Si sa, che l’alimentazione costituisce parte importante di un PC e i componenti che si occupano dell’alimentazione potrebbero rompersi. E’ bene precisare che i componenti relativi all’alimentazione non possono ripararsi, ma devono essere sostituiti.

Ci sono due modi per diagnosticare un problema legato all’alimentazione tra i Problemi hardware. Il primo è quello di utilizzare un pezzo di ricambio, mentre l’altro prevede l’utilizzo di un secondo computer.

Qualora abbiate un pezzo di ricambio inseritelo al posto di quello che potrebbe non funzionare. Nel caso in cui, invece, abbiate un altro computer, prendete il sistema di alimentazione e utilizzatelo nel computer di riserva. Ovviamente, se il sistema di alimentazione non dovesse proprio funzionare si noterà immediatamente. Ma per eliminare ogni dubbio, controllate che tutto ciò che vi serve sia effettivamente collegato. Ad esempio, le schede madri moderne non richiedono solo l’utilizzo dell’attacco 20 pin ma anche di quello a 4 o 8 pin. Per sapere ciò, date un’occhiata al manuale della scheda oppure esaminate direttamente la vostra Cpu.

L’altro modo è costituito dall’utilizzo del componente sospetto in un altro pc.  Tuttavia, in questo caso si può anche correre il pericolo di rovinare
l’altro pc. Evitate questa manovra se avete dei componenti nuovi e di valore.

Ripristinare i malfunzionamenti:
Qualora abbiate già eseguito tutte le operazioni sopra descritte, che vi hanno consentito di far partire il boot, ora potrete iniziare il laborioso procedimento mediante il quale testare ogni componente in modo individuale. Si inizierà, in genere, dalla scheda video per passare poi agli altri componenti.

Utilizzare i messaggi del Beeping:
I pc, come molti già sapranno, hanno un sistema mediante il quale far capire all’utente che qualcosa non va. “Parlano” attraverso una serie di Beep. Ovviamente, alcuni beep possono variare da produttore a produttore, ma esistono delle forme di messaggio universali e comuni a tutti i pc per segnalare i Problemi hardware.
Tra i Problemi hardware, il Beep più comune, è costituito da una serie continua di beep, che indica un errore di memoria.
Se il pc si accende e funziona, ma continuate a sentire una serie di beep, significa che, con molta probabilità, la vostra Cpu deve sopportare una
temperatura troppo alta, spesso per una ventola che inizia a funzionare male. La prima cosa da fare è quella di provare a pulire la ventola stessa,
il cui funzionamento potrebbe essere limitato a causa di sporco e polvere.  Tuttavia, è bene tenete in conto una probabile sostituzione della ventola. Se non siete in grado di effettuare la sostituzione o la pulizia della ventola, per evitare ulteriori danni, è meglio
rivolgersi ad una personea competente.




Reply