Windows 10 si aggiorna tramite reti p2p

Nascono polemiche su una impostazione predefinita del nuovo sistema operativo della Microsoft, Windows 10, la quale in maniera automatica utilizza la banda in upload degli utenti per diffondere l’aggiornamento.

Stando ad alcuni analisti se Microsoft avesse voluto distribuire gli aggiornamenti del suo nuovo sistema operativo Windows 10 sfruttando unicamente i propri server avrebbe dovuto utilizzare una rete in grado di sopportare ben 40Tbps.

Affiancando ai propri server anche una rete p2p per la distribuzione degli aggiornamenti l’azienda di Redmond è riuscita a diffondere l’aggiornamento senza collassare.

windows-10-torrent

Questa funzione p2p è denominata “Windows Update Delivery Optimization”, anche altri software di grosse dimensioni ricorrono a soluzioni del genere ma il fatto che tale funzionalità sia attivata in maniera predefinita sta facendo storcere il naso a molti dando vita alle polemiche.

Microsoft ha comunque precisato che il sistema utilizza solo una piccola porzione della nostra banda di upload qualora fosse disponibile, in realtà quindi non ci sarebbe di che preoccuparsi.

 




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.