Windows 10, problemi con Chrome e l’aggiornamento di Aprile

Torniamo a parlare amici dell’aggiornamento di Windows 10 di fine aprile. Ieri vi abbiamo parlato di moltissimi casi in cui il sistema operativo Microsoft mostra una partizione che prima non c’era, una partizione OEM per la precisione ed oggi vi parliamo di possibili instabilità quando si usa Windows ed il browser Chrome.

Problemi Windows 10 e aggiornamento aprile

Alcuni utenti in queste ore stanno segnalando diversi problemi con l’aggiornamento, fra questi:

  • difficoltà nell’installazione
  • Incompatibilità con alcuni componenti hardware come mouse e microfoni
  • Google Chrome va in freeze, si blocca.

Questi sono quelli più gettonati nelle ultime ore. A dire il vero, per dovere di cronaca, vi devo dire che sto scrivendo questo pezzo da Google Chrome con l’aggiornamento a Windows 10 di fine aprile, e non ho alcun tipo di problema.

Detto questo, però, ci fidiamo delle segnalazioni degli utenti e cerchiamo di capire come mai succede tutto ciò.

Il problema più comune è quello di schermate nere e freeze completi del sistema operativo all’atto dell’utilizzo di Chrome. Il blocco, con schermata nera, avviene eseguendo operazioni consuete sul browser, come aprire una nuova tab o durante la semplice navigazione sul web.

Il problema sembra verificarsi in modo del tutto casuale su configurazioni hardware anche molto diverse, sia mentre si avvia il browser, sia mentre si apre una finestra sia a volte quando si apre una nuova tab.

La posizione ufficiale di Microsoft

Microsoft ha comunicato in maniera ufficiale che qualche problema c’è e di star lavorando a un fix che dovrebbe essere rilasciato in concomitanza col classico patch tuesday, quindi il prossimo 8 maggio, tra 4 giorni.

Microsoft ha anche offerto alcune soluzioni temporanee per aggirare i “freeze”, che riportiamo di seguito:

  • Su notebook è possibile provare a chiudere e riaprire il coperchio
  • Chi usa un notebook e verifica un freeze durante l’uso del sistema operativo, il fix più semplice è cercare di chiudere la parte superiore e poi riaprirla, in modo da attivare la Sleep Mode e poi disattivarla. Questo è sufficiente per ripristinare il corretto funzionamento del sistema ogni volta che si presenta il freeze.
  • Chi invece ha un computer con un altro form factor può cercare di attivare diverse funzionalità per risvegliare lo schermo. Se si ha una tastiera collegata è possibile premere il Tasto Windows + Ctrl + Shift + B, e questo sistemerà il problema.
  • Se invece avete un tablet con Windows 10 e notate instabilità potete provare a premere contemporaneamente entrambi i pulsanti volume up e volume down, tre volte entro 2 secondi. Se Windows è attivo si sentirà un breve segnale acustico e si vedrà lo schermo lampeggiare o abbassare la luminosità mentre Windows tenta di effettuare un refresh dello schermo.

Fateci sapere se a voi s’è verificato il problema e se le possibili soluzioni di Microsoft ve lo hanno risolto!

Come sempre siamo qui per aiutarvi e supportarvi! 😉




Una Risposta - Aggiungi commento

Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.