Wind, da Ottobre 2018 aumento di 2,50 euro al mese. Ecco a chi è rivolto

Nuovi aumenti in vista per tutti i clienti che possiedono la linea telefonica fissa con Wind (infostrada). Stando alle recenti rimodulazioni e come recita il comunicato inserito nell’ultima bolletta, a far data dal 5 Ottobre 2018 moltissime offerte di linea fissa ADSL subiranno un aumento di 2,50 euro al mese. 

Wind linea fissa, aumenti

Eccovi il comunicato ufficiale di Wind pubblicato anche sul sito:

A seguito della sopravvenuta esigenza di modifica del posizionamento dell’offerta e con la necessità di consentire a Wind di continuare a fornire livelli di servizio in linea con le crescenti esigenze del mercato, a partire dal 5 ottobre 2018, il costo di alcune offerte di rete fissa sarà incrementato di 2,5 euro al mese.

Tutti i clienti interessati dalla suddetta modifica, riceveranno una comunicazione in fattura. Le comunichiamo che, se già attive sulla linea, saranno comunque preservate fino alla loro scadenza tutte le eventuali promozioni in essere.

Le ricordiamo che, come previsto dall’art. 70 comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, qualora non accettasse tale variazione, potrà esercitare il diritto di recesso dal contratto dai servizi WIND o passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione entro il 4 ottobre 2018, inviando una comunicazione avente come causale di recesso: “modifica delle condizioni contrattuali” attraverso uno dei seguenti canali: lettera raccomandata A/R al seguente indirizzo: WIND Tre SpA. – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano, PEC all’indirizzo servizioclienti155@pec.windtre.it, punto vendita Wind di proprietà, chiamata al 155 per acquisire la sua richiesta ed accertando la sua identità, inviando una richiesta da Area Clienti Wind dalla sezione Assistenza Guidata.

In caso di passaggio ad altro operatore con mantenimento del numero, oltre ad inviare la comunicazione di recesso, è necessario effettuare la richiesta di passaggio direttamente all’altro operatore entro lo stesso termine del 4 ottobre 2018.

Qualora decidesse di recedere e alla linea interessata dalla presente proposta di modifica fosse associato un contratto per l’acquisto rateizzato di un prodotto in corso di vigenza (es. telefono, Tablet, etc.), nella suddetta comunicazione e prima di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore potrà decidere se pagare le rate residue anche in un’unica soluzione, indicando tale scelta nella comunicazione inviata. Per ulteriori informazioni può contattare il Servizio Clienti 155.

L’azienda motiva la scelta, da come si legge nel comunicato, con l’esigenza di modifica del posizionamento dell’offerta e con la necessità di consentire di poter continuare a fornire livelli di servizio in linea con le crescenti esigenze del mercato.

Aumento anche per l’invio del cartaceo

Oltre al sopra citato comunicato che annuncia l’aumento di 2,50 euro al mese c’è un altro aumento deciso in quel di Wind. L’azienda, infatti, ha deciso anche di aumentare dal 20 Settembre 2018 il contributo per l’invio della fattura in formato cartaceo, comprensivo delle spese di spedizione, a 2 euro ad invio per tutti i clienti di rete fissa.

Come fare a sapere se siete coinvolti nell’aumento?

Semplice. In una delle fatture che avete ricevuto da poco (o che riceverete a breve) fate caso a qualche postilla o qualche comunicato particolare a cui porre attenzione.

Stando a delle indiscrezioni trapelate in queste ore in rete i contratti coinvolti nell’aumento dovrebbero essere quelli sottoscritti prima di settembre 2017, cioè quando è stato fatto il cambio di brand da Infostrada a Wind Home e adesso Wind Fibra.

I piani tariffari coinvolti sarebbero:

Absolute ADSL e Absolute+ anche nelle versioni 20 Mega, Absolute Fibra e Absolute Fibra 30, 50, 100, All Inclusive, All inclusive Unlimited, All inclusive Fibra e All Inclusive Unlimited Fibra.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.