Wicked Paradise, in America nasce il primo videogioco erotico!

C’è differenza tra pornografia ed erotismo e anche spostando il concetto dai film ai videogiochi il risultato non cambia: lo afferma Jeroen van Den Bosch, l’ideatore di Wicked Paradise.

Si tratta di un gioco avventuroso di realtà virtuale a carattere erotico, non il primo ad essere realizzato con queste caratteristiche: in passato infatti sono stati realizzati altri videogame per soli adulti, ma la resa non era abbastanza realistica. Infatti i giochi di questo genere non hanno mai riscosso successo perché i personaggi risultano alquanto irreali ed i giocatori sono costretti ad utilizzare apparecchiature tecnologiche per rendere il tutto più reale.

Per questo gioco è previsto l’uso di un visore che rende possibile un’immersione totale nella realtà virtuale; si tratta degli Oculus Rift, gli occhiali a realtà aumentata che facilitano una visione più realistica.
Van Der Bosch ha invece spiegato che l’altissima risoluzione delle immagini da vita a personaggi molto vicini alla realtà: l’olandese infatti si ispira a giochi recenti come ‘Heavy Rain’ e ‘The Last of Us’, elogiati per la qualità dei movimenti e delle voci fuori campo, che hanno contribuito a creare personaggi realistici e dinamici con cui i giocatori possono interagire.

Il lancio del gioco è previsto nel 2014 e in Italia dovrebbe chiamarsi “Paradiso Perduto”; Van Den Bosch ha così commentato i risultati ottenuti al Nbc News:

Abbiamo migliaia di giochi sparatutto molto ben progettati che propongono emozioni negative, terrore e paura. Ma disponiamo molto raramente di tentativi di creare emozioni positive come la passione, la seduzione e l’amore




Reply