Whatsapp festeggia 10 anni, video con i principali cambiamenti

0
783
whatsapp

Il team social di WhatsApp ha twittato oggi che l’azienda festeggia il suo decimo anniversario. Il tweet segna anche un ritorno su Twitter per la società che non inviava aggiornamenti sulla piattaforma dal “lontano” 2016, pur avendo milioni di followers.

Whatsapp compie 10 anni

Dopo 10 anni cosa è cambiato? La novità più “importante” (se cosi si può dire) è che la società ora fa parte di Facebook dopo un’acquisizione da 19 miliardi di dollari a gennaio 2014. All’epoca gli analisti dissero che era un’offerta eccessiva per una “semplice” app di messaggistica, salvo poi ricredersi e dare ragione alla lungimiranza di facebook, visto che WhatsApp ha “dimostrato” di essere un gigante a livello globale e ora ha più di 1 miliardo utenti in tutto il mondo.

Certamente l’acquisto ha giovato agli utenti. Per prima cosa è stata rimossa la tariffa per l’utilizzo di WhatsApp. Inizialmente la società richiedeva $1 all’anno per il servizio, Facebook ha deciso di distribuirlo gratis. Altro giovamento dopo l’acquisto di Whatsapp da parte di facebook è stato certamente quello relativo agli aggiornamenti dell’app. Whatsapp, da quando è passata in mano a Facebook, è costantemente aggiornato con nuove funzionalità.

Il video dei 10 anni di Whatsapp

Nel filmato WhatsApp evidenzia alcune pietre miliari degli ultimi 10 anni. La piattaforma è nata il 24 febbraio 2009 come servizio di messaggistica one-to-one, e solo nel 2010 è arrivato il primo grande aggiornamento che permetteva di condividere la propria posizione tramite messaggio.

Nel 2011 sono state inserite le chat di gruppo, strumento oramai indispensabile per tenere in contatto tantissimi utenti tra loro (con un solo messaggio). Alzi la mano chi non fa parte almeno di 4-5 gruppi 🙂

Nel 2013 sono poi arrivati i messaggi vocali, altra funzionalità diffusissima ancora oggi tra gli utenti.

L’app Web è stata lanciata nel 2015, con l’app desktop e le videochiamate aggiunte nel 2016. Il 2016 è stato anche l’anno in cui la società è passata alla crittografia end-to-end e ha raggiunto un miliardo di utenti mensili attivi.

Il 2017 ha visto l’arrivo della funzionalità di stato, mentre nel 2018 arrivano le chiamate di gruppo e gli adesivi, oltre a WhatsApp Business e al recente update di sicurezza che consente di bloccare l’accesso all’app tramite Face ID e Touch ID.


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.