Volunia 2.0: l'anti-Google disponibile a tutti gli internauti dal 14 giugno.

Dopo la presentazione “all’italiana” del 6 febbraio, effettuata in diretta mondiale nella sola lingua italiana, senza sottotitoli (ci chiediamo cosa abbiano capito i cinesi o i giapponesi!) e funestata dai capricci del proiettore, Marchiori ci riprova annunciando imminenti cambiamenti ed una data di lancio: il 14 Giugno.

Stavolta sembra fare sul serio Marchiori: Volunia, l’anti Google tutto italiano, è già disponibile per i beta tester con una funzione di ricerca potenziata (grazie all’accordo con un noto motore di ricerca, del quale non svela il nome). Attualmente il sito è in manutenzione e per fortuna si sono ricordati di scrivere l’avviso in inglese (dimenticando però di scriverlo anche in italiano…)

La data di rilascio al pubblico dovrebbe essere il 14 giugno.  In un’intervista, Marchiori ha parlato anche del capitale iniziale e del team di sviluppo, definendoli quasi “una scommessa”. Soli 2 milioni di Euro e 10 persone. Secondo il suo parere, se Volunia fosse nato nella Silicon Valley avrebbe sicuramente beneficiato di un investimento iniziale di almeno 20 milioni di Dollari e decine e decine di sviluppatori.

Giustifica così anche l’evento del 6 febbraio definendolo prematuro, ma necessario per attirare investitori (e pare abbia raggiunto il suo scopo).

Ma cos’è Volunia? Iniziamo dal nome: è l’unione dei termini Volare e Luna. Volare perchè, a quanto pare, la navigazione nei siti avviene con una prospettiva vista “dall’alto” ossia muovendosi in una mappa del sito letteralmente “volando” sopra i contenuti. Ulteriore elemento caratterizzante è la componente “social” che consentirebbe di visualizzare quante altre persone sono collegate al sito e di interagire con loro.

“Allo stato, abbiamo sviluppato solo il 5% del nostro potenziale”, conclude il professore dell’università di Padova lanciando apertamente una sfida a BigG. Non resta che aspettare il 14 giugno!

 




Reply