Vodafone intenta la causa contro Telecom: chiede un miliardo di risarcimento!

Ostruzionismo, antitrust, insomma chiamatelo come volete, ma Vodafone ci prova e trascina il colosso monopolizzante della telefonia fissa in tribunale.

Paolo Bertoluzzo, Ceo di Vodafone, alla guida di Vodafone dal 2006 apre un procedimento civile contro Telecom per abuso di posizione dominante: in pratica l’azienda guidata da Bernabè è colpevole di aver ostacolato il libero mercato della rete fissa, compromettendo anche la realizzazione della banda larga in Italia.

Per lo stesso motivo la Telecom era stata già multata a dicembre per 104 milioni di euro dall’Antitrust per le pratiche con cui la società di telecomunicazioni riduceva i margini di profitto della concorrenza nell’arco temporale dal 2009 al 2011.

In pratica, nonostante il libero mercato, Telecom, essendo gestore della rete fissa nazionale attiva i servizi residenziali anche per gli altri operatori: nel biennio preso in esame dall’Antitrust sono state respinte ben 5 milioni di richieste di attivazioni per i concorrenti al mercato, giustificando il diniego come “ko tecnico”.

E non solo: sono altre due le accuse che Vodafone muove a Telecom: la prima riguarda i costi eccessivi di accesso alla rete; pare infatti fondato il sospetto che  l’operatore abbia gonfiato i costi di manutenzione della rete per far pagare un prezzo finale più alto ai concorrenti.
In secondo luogo, Telecom avrebbe sfruttato i dati in suo possesso come gestore di servizi per gli altri operatori, contattando i loro clienti e presentando loro un’offerta più conveniente di quella in atto.

Ebbene questi comportamenti avrebbero causato danni all’operatore telefonico di marchio inglese con un valore pari ad un miliardo di euro; la Telecom ha già presentato ricorso al Tar per la multa di 104 milioni ricevuta dall’Antitrust e quindi non cederà tanto facilmente con Vodafone, visto la cifra esorbitante tirata in ballo.

 




Tags:

Reply