Vietare il porno online, una proposta all'UE

Una Eurodeputata olandese, tale Kartika Tamara Liotard, ha sottoposto ai parlamentari europei un documento sul possibile divieto di tutte le forme di pornografia nei mezzi d’informazione. Martedì ci sarà il voto, dopodiché, se dovesse esser approvato il decreto la Commissione UE sarà chiamata per formulare una legge ad hoc.

Il documento è stato presentato alla fine dell’anno scorso al Comitato parlamentare europeo sui Diritti della Donna e per l’Eguaglianza di genere. Si intitola appunto “Eliminare gli stereotipi di genere nell’Ue”.

Al suo interno si rileva che la

pornografia è diventata pervasiva e sta penetrando nella vita quotidiana come elemento accettato e spesso idealizzato

In particolare, nel documento presentato, al punto 14, il testo sottolinea che

una strategia per eliminare gli stereotipi nei media comprenderà necessariamente azioni in campo digitale e questo richiederà iniziative coordinate a livello europeo atte a sviluppare una genuina cultura dell’eguaglianza su Internet

Inoltre il punto 14 suggerisce che qualsiasi tipo di contenuto a sfondo sessuale sul web, anche in piattaforme aperte come per esempio Twitter, potrebbe essere cancellato.

Al momento si tratta solo di una proposta su cui i parlamentari europei si pronunceranno attraverso il proprio voto, ma che li aiuta a formarsi un’opinione in materia. In seguito, se condivisi, i suoi contenuti potrebbero essere trasferiti in una bozza di legge che serva come base alla Commissione europea per proporre una nuova legge.

Staremo a vedere.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.