Una persona su due è in grado di vedere al buio!

Vi alzate durante la notte e nonostante il buio riuscite ad aprire una porta anche senza vedere la maniglia? Significa che siete tra i fortunati ipervedenti!

 Uno studio dell’Università di Rochester e della Vanderbilt University ha infatti stabilito che il nostro cervello riesce a percepire le immagini anche quando la visibilità è ridotta: la ricerca si basa su esperimenti fatti con dei «tracciatori» computerizzati dei movimenti oculari. 

Ad un campione di 129 soggetti sono stati somministrati 5 test diversi che hanno dimostrato che nel 50% dei soggetti persino al buio, è possibile avere una reale percezione visiva grazie ai segnali sensoriali che gli altri sensi trasmettono al cervello.

Cosi quando noi muoviamo una mano, i muscoli mandano impulsi al cervello che indicano la nostra posizione nello spazio: lo studio pubblicato sulla rivista “Psychological Science” renderebbe veritiero il famoso aneddoto dello speleologo.

Ecco quanto dichiara Duje Tadin che ha condotto lo studio:

Questa ricerca ha mostrato che i nostri movimenti trasmettono segnali sensoriali che possono anche creare una reale percezione visiva nel cervello, anche in completa assenza di input ottici.




Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.