Una persona su due è in grado di vedere al buio!

Vi alzate durante la notte e nonostante il buio riuscite ad aprire una porta anche senza vedere la maniglia? Significa che siete tra i fortunati ipervedenti!

 Uno studio dell’Università di Rochester e della Vanderbilt University ha infatti stabilito che il nostro cervello riesce a percepire le immagini anche quando la visibilità è ridotta: la ricerca si basa su esperimenti fatti con dei «tracciatori» computerizzati dei movimenti oculari. 

Ad un campione di 129 soggetti sono stati somministrati 5 test diversi che hanno dimostrato che nel 50% dei soggetti persino al buio, è possibile avere una reale percezione visiva grazie ai segnali sensoriali che gli altri sensi trasmettono al cervello.

Cosi quando noi muoviamo una mano, i muscoli mandano impulsi al cervello che indicano la nostra posizione nello spazio: lo studio pubblicato sulla rivista “Psychological Science” renderebbe veritiero il famoso aneddoto dello speleologo.

Ecco quanto dichiara Duje Tadin che ha condotto lo studio:

Questa ricerca ha mostrato che i nostri movimenti trasmettono segnali sensoriali che possono anche creare una reale percezione visiva nel cervello, anche in completa assenza di input ottici.




Reply