Un brevetto per bloccare foto e video ai concerti, stazioni, aeroporti

0
21
brevetto concerto apple

In futuro la nostra fotocamera dello smartphone potrebbe non funzionare quando ci troviamo in un concerto, in un cinema a vedere un film o in luoghi “sensibili” come stazioni o aeroporti. Apple, infatti, secondo quanto riportato dall’autorevole sito americano 9to5mac, ha brevettato una tecnologia per impedire al “melafonino” di scattare foto o effettuare riprese in determinati luoghi, ad esempio nei casi in cui si possa violare il copyright o la privacy delle persone.

Una pratica che infastidisce diversi artisti è proprio quella delle riprese video ai concerti. Alcuni fans stanno tutto il tempo con il loro smartphone in mano a riprendere alcune fasi del concerto che addirittura non se lo godono dal vivo.

ADELE, la cantautrice britannica, all’arena di Verona, ha rimproverato una fan che la filmava:

Sono qui nella vita reale – si può godere tutto dal vivo piuttosto che attraverso la videocamera

Sebbene questo brevetto risalga nel lontano 2011, è emerso online solo negli ultimi giorni. Secondo il progetto Apple, un dispositivo montato sul palco del concerto potrebbe emettere un segnale per informare il device dell’impossibilità di ripresa da parte dell’utente.

brevetto apple

Quest’ultimo, avviata la fotocamera, riceverebbe un avviso a schermo che indicherebbe l’impossibilità di fare riprese!

Come detto, la tecnologia potrebbe essere utilizzata non solo nei concerti ma anche su luoghi “sensibili” tipo aeroporti. Il riverbero di questa tecnologia, al momento, sembra più immediato nel settore musica: oltre alle foto è soprattutto in crescita il fenomeno dei video che vengono messi all’istante sui social, in diretta, grazie allo streaming di Facebook Live e Periscope.

Alcuni fans hanno fatto sentire il loro dissenso circa la tecnologia. Gli appassionati dei concerti, infatti, spiegano come il video non sia nient’altro che un ricordo di una serata unica nel suo genere e, per questo, temono che una simile tecnologia venga effettivamente implementata.

Che ne pensate di questa tecnologia? Diteci la vostra

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.