Tex Willer, il fuorilegge hacker del web

580.000 euro di incasso, 300.000 utenti, 550.000 collegamenti al mese, 31.402 file pirati coperti da copyright diffusi e condivisi: questi i numeri di Tex Willer, 49enne napoletano arrestato a Salerno.

Il signore in questione è un pirata informatico e gestore di Italianshare, network composto da 5 siti diversi attraverso cui si potevano scaricare giochi, musica, film anche di nuovissima uscita o addirittura in pre-release.
Le modalità di diffusione di questo materiale coperto da copyright erano diverse: p2p attraverso Torrent e Emule, streaming, semplice download.
L’arresto è avvenuto dopo la chiusura del sito, determinata da un’indagine per violazione della privacy: Tex infatti aveva venduto il database degli utenti del suo network a sei aziende per inviare pubblicità ad un costo pari a 37.000 euro.
Ad aggravare la sua situazione giudiziaria il fatto che, nel corso degli anni, Tex si era servito di numerose identità fittizie, creando falsi documenti oppure utilizzando dati anagrafici degli utenti ignari del fatto. Inoltre al pirata informatico sono state contestate violazioni amministrative per la violazione della legge sul diritto di autore, che comporta sanzioni pecunarie tra i 3,2 e i 32 milioni di euro.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.