Su WhatsApp girano dei buoni Lidl da €150, sono veri?

Torniamo a parlare di Whatsapp, il client di messaggistica per smartphone più famoso ed installato al mondo. Lo facciamo per segnalarvi che, in questi giorni, è tornata a circolare una truffa circa dei buoni da 150€ spendibili presso la nota catena europea di supermercati di origine tedesca Lidl.

E’ una truffa che esiste già nel 2015 e all’epoca veniva inviata come messaggio di posta elettronica. Vista la diffusione di Whatsapp, i creatori di tale raggiro hanno pensato bene di iniziare di riproporla tramite il client di messaggistica di proprietà di facebook.

Whatsapp: truffa lidl

Di cosa si tratta? Potrebbe arrivarvi un messaggio da qualche vostro amico (anch’esso caduto nel tranello) tramite whatsapp (ma anche tramite altri canali tipo facebook messenger) una richiesta di sondaggio con la promessa di una vincita di un buono, la schermata si presenta simile a questa:

lidl truffa

In pratica, stando al messaggio, completando il questionario richiesto, alla fine si potrà usufruire di un buono sconto di 150 euro. Nella realtà dei fatti, invece, se si completa il sondaggio e si è su un cellulare l’unica cosa certa che vi succederà sarà quella di ritrovarvi abbonati ad un servizio premium a pagamento (tipo suonerie, oroscopi etc) di quelli che vi prosciugano il credito telefonico in poco tempo.

Buono lidl 150€: li abbiamo contattati

Abbiamo contattato LIDL ITALIA per sapere se questo tipo di messaggio fosse gestito da loro, per ulteriore conferma(anche se in realtà non ce ne sarebbe nemmeno stato bisogno visto che di truffe simili ne parliamo quasi tutti i giorni).

Ecco la risposta della nota catena:

In merito alla sua segnalazione circa buoni spesa Lidl o presunti concorsi o sondaggi organizzati da alcune pagine Facebook o da particolari siti o ricevuti tramite messaggio telefonico, con la presente vorremmo innanzitutto osservare che LIDL è del tutto estranea a queste iniziative.

Le confermiamo, inoltre, che la nostra società si è già attivata per far cessare immediatamente e definitivamente ogni indebito utilizzo del nome di LIDL. Valuteremo ogni eventuale opportuna azione per tutelare al meglio i nostri interessi.

Insomma, è solo un’altra delle trovate dei cyber criminali per prelevare vostre informazioni e spillarvi dei soldi. Ed, in questo caso, è bene specificarlo nuovamente, Lidl è totalmente estranea alla vicenda visto che in questo caso è parte lesa.




Tags:

4 Commenti - Aggiungi commento

    • mm
    • mm

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.