Storie americane: un uomo è stato arrestato per aver lamentato malfunzionamenti dell'iphone

0
18

Mi verrebbe da dire: cose che accadono solo in america. Vi racconto una storia incredibile successa in America ad un uomo di 48 anni!!

L’uomo lamentando malfunzionamenti al proprio terminale Apple, ha chiamato ripetutamente la polizia. Chissà perchè la polizia poi..

Dopo ben 5 chiamate al 911(numero appunto della polizia), quest’uomo dell’Illinois è stato arrestato e accusato di resistenza a pubblico ufficiale, poichè si è rifiutato di collaborare con le Forze dell’Ordine.  Quando i poliziotti hanno fatto irruzione nella sua abitazione è stato trovato in stato di ebbrezza.

Sarebbe stato meglio chiamare l’assistenza tecnica Apple, o no? 🙂

La notizia sta facendo il giro del mondo. Forse perchè è assurda o o perchè il telefono in questione era proprio un iPhone e quando si parla del melafonino tutto fa notizia?

fonte: MacTrast

 


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.