Sono finite le password, si pensa a delle alternative

Provate ad effettuare qualsiasi operazione online: un acquisto, l’iscrizione ad una newsletter e vi verrà chiesto di inserire una password che sia complessa e non scontata.

E se i servizi si moltiplicano e non vogliamo utilizzare la stessa, quante password dobbiamo ricordare? L’attacco a Twitter, inoltre, avvenuto ad inizio del mese e che ha colpito gli account di 250 mila utenti mostra che nessuna password è inviolabile difronte ad un hacker determinato a criptarla.

E allora quale soluzione ci propongono? Quella di eliminare le password: PayPal e Lenovo stanno lavorando ad un’iniziativa denominata FIDO ovvero Fast IDentity Online.
Fido prevede dei sistemi di riconoscimento sul web attraverso dispositivi come lettori di impronte digitali, pen drive USB o moduli preinstallati sui PC di nuova generazione: l’utente sceglie il dispositivo Fido che preferisce utilizzare ed accede ad un servizio online associando il dispositivo prescelto.

Anche il colosso di Mountain View vuole abbandonare l’utilizzo delle password e due ingegneri hanno elaborato per Google delle pen drive Yubico, azienda specializzata in chiavette USB, che un domani potrebbero essere sostituiti da accessori di facile utilizzo nel quotidiano: anelli, bracciali, etc.

Ma il problema del furto delle password in questa maniera verrebbe solo trasferito dal virtuale al reale: cosa succederebbe se smarrissimo le chiavi digitali?




Tags:

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.