Soldi e oggetti contraffatti: a breve li riconosceremo con lo smartphone!

Acquistare un capo griffato ed essere sicuri che non sia contraffatto attualmente sta diventando sempre più complicato.

Il mercato delle imitazioni si sta perfezionando col passare del tempo e riconoscere un originale da un falso è complesso anche per gli occhi più esperti: per questo motivo l’Università del South Dakota ha messo a punto una nuova tecnologia che consentirà il riconoscimento delle contraffazioni.

Si tratta di codici Quick response, quadratini monocromatici invisibili, che funzioneranno come una filigrana elettronica; a differenza dei QR-Code classici, piuttosto difficili da duplicare, per via della complessità dell’elaborazione, questi codici sono creati utilizzando nanoparticelle combinate con inchiostri fluorescenti blu e verdi, e stampati sulle superfici da trattare con una stampante ad aerosol.

Visto che l’occhio umano non può identificarli possono essere impiegati anche su soldi e documenti: un lettore ad infrarossi posto sul nostro smartphone quindi potrebbe bastare quindi a riconoscere i falsi, e anche se non metterà fine alla contraffazione sicuramente ne genererà una battuta d’arresto.




Reply