Siti pirata declassati da Google!

I vertici del famoso motore di ricerca, Google, stanno pensando ad un nuovo algoritmo atto a penalizzare i siti che ospitano prodotti piratati quali film, musica, videogiochi e libri. In pratica il nuovo sistema ‘declasserebbe’ queste piattaforme nelle ricerche online.

Sarebbero alcune delle indicazioni contenute nel report ‘How Google Fights Piracy’ e dovrebbero essere applicate dalla prossima settimana. Nello stesso documento, inoltre, l’azienda spiega che con il programma Content ID ha distribuito 1 miliardo di dollari ai detentori di copyright su YouTube

Il programma Contentd ID è stato istituito nel 2007 per eseguire la scansione sui contenuti generati degli utenti e individuare le violazione del diritto d’autore su YouTube. Ne fanno parte 5mila detentori di copyright, come le etichette musicali, le emittenti tv e gli studi cinematografici.

Riguardo gli sforzi per abbassare il ‘ranking’ dei siti pirata, Google si riferisce a quelle piattaforme che hanno ricevuto un gran numero di denunce in base al Digital Millenium Copiright Act (DMCA), la legge statunitense sul copyright.




Tags:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.