Siti per adulti bloccati nel Regno Unito

Nel Regno Unito chi vorrà avere accesso ai siti per adulti dovrà richiedere al proprio provider lo sblocco di un apposito filtro che sarà applicato a partire dal 2014.

Infatti come standard tutti i provider del Regno Unito hanno accettato di imporre dei filtri che vanno a bloccare i siti per adulti, ma che in caso un utente ne avesse  la necessità potrà contattare il proprio provider per chiederne la rimozione.

L’applicazione di tali filtri avverrà anche per tutte le linee già attive. 

Queste nuove regole saranno attive a partire dal 2014 ma come vi abbiamo già scritto non saranno permanenti ma sarà soltanto una sorta di linea standard che tutti i provider applicheranno ma che ogni utenza potrà comunque richiedere lo sblocco. 

In particolare lo sblocco avverrà temporaneamente solo per determinate ore richieste mentre per le restanti il filtro tornerà automaticamente attivo.

Sicuramente da qui al 2014 si scateneranno polemiche e discussioni riguardanti la liberà di Internet così come la difesa dei minori riguardo a materiali troppo facilmente reperibili tramite il web. Inoltre sono già state mosse le prime critiche verso la “temporaneità” dello sblocco, cioè per il fatto che chi voglia sfruttare siti per adulti dovrà esporsi ogni volta per richiedere lo sblocco mentre chi di solito visita questi portali non vuole di certo farsi scoprire.




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.