Si è ritirato da Apple l’ultimo co-fondatore di Siri

Apple sta scuotendo la sua squadra Siri? Sembra di sì. Secondo un rapporto di The Information, l’ultimo cofondatore rimasto dell’assistente digitale, Tom Gruber, ha lasciato la compagnia.

Questo è quanto emerge dall’annuncio che l’ex capo dell’IA di Google, John Giannandrea, assumerà un nuovo ruolo come “chief of machine learning e AI strategy” di Apple – supervisionando Siri e altri sforzi di intelligenza artificiale.

Gruber, insieme a Dag Kittlaus e Adam Cheyer, ha co-fondato Siri Inc, la società che ha creato l’app Siri originale e che Apple ha acquistato nel 2010 per $ 200 milioni. Siri è stato introdotto nell’iPhone 4s l’anno successivo, con la sua combinazione unica di riconoscimento vocale e funzionalità di “assistente” che stupiscono i critici. Il periodo della luna di miele è durato alcuni anni, ma Siri ha perso terreno per rivali come Alexa e Google Assistant di Amazon.

Kittlaus e Cheyer lasciarono Apple anni fa e fondarono Viv Labs; un’altra startup di assistente digitale acquistata da Samsung nel 2016 per contribuire a modellare la sua funzionalità Bixby. Gruber, nel frattempo, divenne capo del gruppo di sviluppo avanzato di Siri.

Secondo The Information, lascerà la compagnia per perseguire “interessi personali nella fotografia e nella conservazione degli oceani”. La stessa storia ha anche notato la partenza del responsabile della ricerca di Apple, Vipul Ved Prakash, entrato a far parte dell’azienda nel 2013 con l’acquisizione di la sua azienda Topsy, che è stata integrata in Spotlight per cercare sul web e sui social media.

Un certo numero di rapporti all’interno del team Siri di Apple ha suggerito che l’assistente digitale della compagnia è stato ostacolato da una mancanza di direzione e interessi contrastanti. Ad esempio, dal 2012, il team è stato guidato da Bill Stasior, ex dirigente Amazon e esperto di ricerca. Sia The Information che The Wall Street Journal hanno suggerito che questa potrebbe essere stata una fonte di attrito, poiché sebbene Siri utilizzi certamente la funzionalità di ricerca, la sua capacità di comprendere gli utenti si basa su competenze linguistiche e linguistiche più elementari.

La decisione di Apple di assumere Giannandrea, che supervisionerà Siri ma anche il software Core ML di Apple, potrebbe essere un segnale che queste priorità stanno cambiando. Come The Verge ha notato all’inizio di questo mese , il background e il lavoro passati di Giannandrea sono stati incentrati sulla comprensione del linguaggio naturale; probabilmente una delle abilità più deboli di Siri. Resta da vedere se Apple possa trasformare Siri nei prossimi anni, ma sembra certamente che i cambiamenti siano in corso.

Apple ha confermato entrambe le modifiche a The Information . I suoi altri due cofondatori, Dag Kittlaus e Adam Cheyer, hanno lasciato la compagnia alcuni anni fa e sono stati entrambi piuttosto critici nei confronti della direzione in cui Apple ha assunto Siri.

Nel frattempo, Prakash è entrato in Apple nel 2013 dopo che Apple ha acquisito il motore di ricerca e la società di analisi Topsy, di cui è stato CEO. Come abbiamo notato all’epoca , l’accordo era valutato a $ 224 milioni. Apple ha chiuso Topsy due anni dopo la sua acquisizione.

Le partenze di Gruber e Prakash arrivano mentre Apple sta strascicando il suo team Siri. Proprio la scorsa settimana, Apple ha annunciato che stava raggruppando i suoi team Siri e Machine Learning, con l’ex googler John Giannandrea che ricopriva il ruolo di capo del machine learning e dell’intelligenza artificiale, riportando direttamente al CEO Tim Cook.

Prima della riorganizzazione di Apple del suo team Siri, lo sviluppo è stato supervisionato da Craig Federighi – che ha superato il comando per Eddy Cue proprio l’anno scorso. Con il lancio di HomePod e l’aumento della concorrenza di Google e Amazon, gli sforzi di Apple Siri sono stati messi sotto i riflettori di recente.

Con il nuovo leader e la struttura organizzativa del team – e la partenza dell’ultimo cofondatore rimasto – è difficile sapere cosa riserva il futuro di Siri.




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.