Sfida accettata: la catena di Sant’antonio contro il cancro

In questi giorni, molto probabilmente, starete assistendo, sul noto social network facebook(e in parte anche su Twitter), ad una carrellata di foto da parte dei vostri amici (foto d’epoca che li ritraggono 20 anni prima) con su scritto: Sfida accettata

A cosa fa riferimento tutto cio? E’ una iniziativa certamente lodevole visto che fa riferimento alla lotta contro il CANCRO ma certamente lontana dai veri intenti per il sostegno alla lotta contro il cancro

Sfida accettata – Iniziativa lanciata lo scorso anno

L’origine di tale fenomeno non e’ nel nostro paese e risale allo scorso anno. Challenge accepted(sfida accettata), infatti, era sbocciato la scorsa estate (anche se se ne trovano tracce in rete addirittura anni prima, fin dal 2015) prima in India e poi in Gran Bretagna, e per come era stata intesa inizialmente gli utenti di Facebook dovevano sostituire la propria foto del profilo con una foto in bianco e nero.

Prevedeva, a chiunque facesse Like, l’invio di un messaggio privato in cui si invita l’utente a fare lo stesso

Riempiamo Facebook di foto in bianco e nero per mostrare il nostro supporto alla battaglia contro il cancro. È questa la sfida

Un sostegno quindi “ideologico” e spirituale verso i malati di cancro.

Sfida accettata – L’attuale campagna in italia su facebook

Fermo restando, come già detto prima, i buoni propositi di molti degli utenti che stanno partecipando a questa iniziativa, i modi veri e concreti per sposare la causa della battaglia contro il cancro crediamo siano altri.

Sicuramente, in primis, per esempio, fare una donazione (in termini economici) per la ricerca, oppure sostenere i malati di cancro, affrontare la vita in modo sano e fare tanto sport (come da più parti i medici ci ricordano)

Foto su Facebook o azioni concrete? Ognuno faccia le proprie considerazioni

Vi lasciamo ad un commento lasciato su facebook da una donna inglese realmente malata di cancro, tale Rebecca Wilkinson, che aveva criticato aspramente la cosa dicendo:

[Il cancro] non è il tema per alcuni selfie finti, come se fosse un’attività divertente. Le persone credono che solo perché mettono una foto in bianco e nero su Facebook sostengono le persone con il cancro.

Non lo stanno facendo: dovrebbero visitare davvero le persone con il cancro, tenere loro la mano mentre attraversano il trauma della chemioterapia. È così falso e queste persone sono delle narcisiste

che ne pensate? diteci la vostra




Tags:

Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.