Secondo Symnatec i siti religiosi sono più rischiosi dei siti porno

Symantec ha pubblicato il rapporto annuale che identifica le minacce della rete, “Internet Security Threat Report, Volume 17” da cui sono emersi dati abbastanza curiosi.

Symantec

Solo nel corso del 2011, l’antivirus americano ha bloccato circa 5.5 miliardi di attacchi, quasi il doppio rispetto all’anno precedente; il numero dei malware è salito da 286 a 403 milioni, mentre l’incremento degli attacchi web è stato pari al 36%.

Dal rapporto emerge anche che gli attacchi degli hacker non sono più concentrati alle realtà ad ampia scala, ma anche alle piccole aziende; conferme arrivano invece per gli utilizzatori di device mobili che corrono rischi maggiori di circa il 93%, incremento che si è riscontrato anche sul sistema operativo Android.

Il dato più curioso che è emerso dal rapporto riguarda il numero di minacce medie presenti per siti infetti: i siti di argomento religioso e ideologico superano la pericolosità di quelli pornografici.

Demerito per il nostro paese che è colpevole del circa il 4% dello spam e del phishing rilevato in Europa, mentre Roma è la seconda città al mondo per numero di bot, ovvero di computer che da remoto lanciano attacchi mirati.

 




Reply