Ripulire la casella di posta GMAIL, ecco come fare

La casella di posta elet-tronica messa a disposizione da Google è sicuramente la più utilizzata al mondo. 15 GB di spazio a disposizione, compatibilità totale con qualunque software per la gestione delle email e un’interfaccia Web che ci permette di fare praticamente di tutto.

Se poi decidiamo di acquistare spazio aggiuntivo per ampliare quello a disposizione, la comodità diventa super. Ma se, invece, non vogliamo spendere soldi e pensiamo che 15 GB di archiviazione gratuita siano giusti per le nostre esigenze, cosa facciamo quando poi lo spazio arriva inevitabilmente al limite? Per forza di cose dobbiamo cancellare.

Cancellare le email

Precisiamo subito che per riempire tutto questo spazio di messaggi (ricordiamo sono 15 GB di spazio), serve tempo, addirittura anni, ma prima o poi quel momento arriva.

Le email di per sé non occupano molto spazio, ma gli allegati sì e se riceviamo o inviamo spesso file, immagini, file zip, presentazioni, documenti, prima o poi quel momento arriva.

A questo aggiungiamo anche che lo spazio di Google viene utilizzato da Google Drive, Gmail e Google Foto e può quindi essere riempito da foto, software e documenti vari oltre che dalle email

Ma torniamo alla posta elettronica. Una casella piena diventa un problema perché non riusciremo più a ricevere nuovi messaggi e, se abbiamo uno smartphone con account Gmail, neanche lì riceveremo più posta.

Dunque, come dobbiamo procedere per eliminare il superfluo? Sicuramente, la prima cosa da fare è cercare all’interno della nostra casella gli allegati di grandi dimensioni.

Possiamo magari scaricare in locale e salvare sul computer i file che ci servono e non vogliamo perdere, evitando così di occupare spazio sul Web.

La pulizia

Impensabile metterci a vedere ogni singola mail e stabilire quale sia necessaria e quale no. Possiamo inserire nel campo di ricerca di Gmail un indirizzo che non ci interessa e selezionare tutti i messaggi che ci ha mandato per cancellarli in un colpo solo.

Ovviamente, però, dovremo fare la stessa operazione con tutti gli indirizzi che ci inviano posta inutile e ripeterla per tutte le pagine visualizzate.

Possiamo anche andare direttamente alle email più vecchie e cancellare quelle, ma resta comunque un lavoro lungo, noioso e minuzioso.

Il consiglio per pulire al meglio

Eppure c’è un’alternativa: sono gli operatori di ricerca. Gli operatori di ricerca di Gmail sono delle stringhe di codice che ci permettono di fare delle selezioni mirate all’interno della nostra casella di posta elettronica

Se nel campo di ricerca proviamo a scrivere: “from:luigi” e facciamo clic sulla lente di ingrandimento, vedremo apparire tutti i messaggi inviati da Luigi. Se invece scriviamo: “has:attachment” Gmail troverà tutti i messaggi che contengono allegati.

Scrivendo invece: “larger:10M” possiamo individuare subito i messaggi che occupano più di 10 Mb. Cambiando la cifra possiamo ulteriormente ricercare altri file grandi tipo “larger:30M”

E’ possibile specificare anche un “arco di tempo” scrivendo: “after:2005/05/16” oppure “before:2005/05/18” per visualizzare tutti i messaggi arrivati dopo una data o prima di essa.

In questo modo, risulta notevolmente più veloce fare pulizia nella casella di posta. Gli operatori di ricerca di Gmail sono uno strumento che ci aiuta enormemente nella gestione della casella, ma sarebbe impensabile ricordarseli tutti a memoria.

Eccovi una lista di comandi utilizzabili




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.