Rage control: il videogioco per curare i comportamenti aggressivi nei bambini

Non molto tempo fa, abbiamo pubblicato un articolo riguardo i videogames violenti e sulle conseguenze che il loro uso provoca agli adolescenti.

Lo studio condotto da ricercatori dell’Università di Grenoble in collaborazione con l’Università di Hohenheim (Germania) e con lo Stato dell’Ohio (Stati Uniti) vengono però completamente annullati da un nuovo studio condotto dal Boston Children Hospital nei reparti di psichiatria infantile.

Analizzati due gruppi di pazienti di età compresa tra i 9 e i 17 anni, il primo ha seguito cinque giorni di terapia comportamentale standard mentre al secondo si è dato accesso ad un videogioco RAGE Control: il gioco consiste nello sparare alle navi spaziali nemiche senza però coinvolgere le navi “amiche”.

Alle dita dei bambini sono stati collegati dei sensori che segnalano i battiti cardiaci; all’aumento di questi corrisponde infatti, la mancanza di capacità da parte dei bambini di perseguire gli obiettivi del gioco e allontanati dal gioco, si proibisce loro la ripresa finché non si sono completamente calmati.

Si tratta quindi di insegnare ai bambini affetti da iperaggressività l’autocontrollo: combinando la terapia cognitivo-comportamentale con un videogioco in grado di fornire feedback biologici, si esercitano a dosare la rabbia e i comportamenti violenti dosandoli nel tempo.




Reply