Progetto Centaurus, a cosa sta lavorando la Microsoft

Molti ormai pensano che Microsoft abbia abbandonato definitivamente il campo degli Smartphone, dopo il flop di Windows Phone e Windows 10 mobile. Forse queste persone si sbagliano, visto che la casa sta lavorando da molto tempo ad altri progetti. Ci riferiamo in modo particolare ad Andromeda (da non confondere con quello di Google) e Centaurus. Quest’ultimo è un progetto molto più recente, in questo articolo andremo a cercare d’analizzare il più possibile ciò che riguarda questo nuovo prodotto.

Microsoft, progetto Centaurus: cos’è

Di cosa tratta, in primo luogo? I ben informati dicono che si tratterebbe di un dispositivo “dual-screen 2-in-1″(I cellulari a doppio schermo. Si tratta d’un trend nuovissimo, presentato principalmente dalla Samsung per via della loro natura ripiegabile). Il che ci ricondurrebbe al progetto Andromeda, ma, stando a fonti interne, Microsoft ha piani ben diversi per questi due programmi molto ambiziosi. Una cosa è certa, se la Microsoft vuole tornare in campo con dei nuovi Smartphone, qualcosa si dovrà inventare di innovativo per far breccia nel “cuore” degli utenti visto che c’è la grossissima concorrenza di marche come Samsung, Apple e Huawei.

Per quel che riguarda il progetto Centaurus invece, potremmo azzardare una ipotesi d’un Tablet. La Microsoft sta lavorando ormai da tempo nel creare modelli sempre più avanzati del Surface, ma è ancora lontano dall’essere un Tablet vero e proprio. Si tratta più d’un Ibrido, insieme ai suoi compari all-in-one che rientrano tutto in un singolo schermo.

Quindi, per quello che vuole intendere la Microsoft, il Centaurus è un Tablet – con comunque qualche funzione speciale non meglio specificata – che va a partecipare ai progetti già in corso come il Windows Core OS, che è una versione unificata di Windows 10 che vedremo man mano sempre più sviluppata per il futuro.

Come già annunciato da Redmond se questo non è già ovvio, non c’è alcuna intenzione di passare ad Android. In questo caso il Tablet “Centaurus” sarà concentrato ad usare i programmi UWP (Universal Windows Platform) e al limite le PWA (Progressive Web Apps).

Alcune voci puntualizzano che forse non si parla comunque d’un tablet, ma del prossimo Surface – un salto generazionale comunque molto grande, se bisogna incentrare il tutto attorno ad un progetto fatto apposta per questo.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.