Prisma per Android, attenzione!

0
24

Prisma è tra le app più famose che ci sono sul Google Play store (lo store che ospita le app Android). Serve a trasformare le foto in quadri, opere d’arte e anche fumetti.

Con oltre un milione di download in soli 10 giorni, Prisma ha dimostrato di essere l’app del momento, visto che tantissimi utenti hanno già sperimentato la trasformazione delle proprie foto in quadri di artisti come Van Gogh, Chagall e Kandisky.

Ma c’è un problema legato ad essa!

Secondo quanto rilevato da esperti del settore sicurezza (nello specifico da ESET, società che produce il noto NOD32) sullo store di Google sono comparse app clone di Prisma che nasconderebbero

pericolosi Trojan Downloader in grado di inviare le informazioni del dispositivo a un server di comando e controllo, sottraendo informazioni riservate dell’utente

Google sarebbe già intervenuta per arginare il problema rimuovendo delle false applicazioni, ma si calcola che siano state scaricate più di 1,5 milioni di volte da parte degli utenti.

Eset continua dicendo

La maggior parte delle false app Prisma che sono state trovate su Google Play non avevano funzionalità per modificare le foto, ma erano in grado solamente di mostrare pubblicità o proporre falsi sondaggi che inducevano l’utente a fornire le proprie informazioni personali o ad abbonarsi a falsi e costosi servizi SMS

Tentare di scaricare un’app famosa prima che venga rilasciata ufficialmente è quindi una pessima idea, in quanto la probabilità di scaricare un’app originale è davvero minima, mentre il rischio di scaricarne un’imitazione pericolosa è altissimo

ricorda Eset

prisma android

Visto il successo ottenuto da Prisma sulla piattaforma iOS, era prevedibile che l’app sarebbe stata presa di mira dai cybercriminali che, sfruttando l’entusiasmo degli utenti, hanno immesso su Google Store le false app (cloni di Prisma) prima del rilascio ufficiale della versione per i dispositivi Android, utilizzando icone, nomi e immagini simili all’app originale, oltre che false recensioni.

Lo stesso è successo poco tempo fa con le false app di Pokemon Go e di GTA 5, oltre che di My Talking Angela, Dubsmash e Subway Surfers, che sono state precedute da imitazioni che contenevano dei porn clicker

In definitiva, tentare di scaricare un’app famosa prima che venga rilasciata ufficialmente è quindi una pessima idea, in quanto la probabilità di scaricare un’app originale è davvero minima, mentre il rischio di scaricarne un’imitazione pericolosa è altissimo

ATTENZIONE!

 


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.