ok google: come attivarlo, come funziona e comandi

0
1286
ok google comandi

Al giorno d’oggi, grazie agli assistenti personali, come Google Now, l’utilizzo dello smartphone è notevolmente cambiato. Se avete un’esigenza particolare, infatti, basta “parlare” con il telefono per ricevere una risposta rapida e precisa. Per fare ciò, prima di chiedere una informazione particolare al vostro smartphone android, bisogna pronunciare prima la parola “OK Google”.

Vediamo in questo articolo come attivare il servizio “Ok Google”, come funziona e qualche trucchetto utile che fa sempre comodo sapere.

Come attivare OK Google

Come detto in precedenza, attivare il servizio di ricerca vocale fornito da Google è molto molto semplice. Basta pronunciare, infatti, la parola magica “Ok Google“.

Se sul vostro smartphone il comando non funziona, controllate se rispettate i requisiti minimi definiti da Google per l’utilizzo dell’assistente vocale.

La prima cosa da controllare è se avete attiva l’impostazione relativa ai comandi vocali sul vostro smartphone. Per fare ciò non dovete fare altro che aprire l’app Google, fare tap in basso sul menu con tre linee orizzontali, poi fare tap su “Impostazioni” ed infine posizionarsi nel menu “Voce” > “Identificazione vocale”. Ora non dovete fare altro che attivare la voce “Dì “Ok Google” in qualsiasi momento” per abilitare i comandi vocali gestiti da Google.

ok google

Se non avete l’app di Google o non riuscite a fare ciò che vi abbiamo sopra descritto allora controllate questi altri requisiti fondamentali:

  • Versione di Android. Il servizio è disponibile a partire dalla versione 4.4 del sistema operativo di Google. Se sul vostro cellulare è installata una versione di Android precedente alla 4.4 allora verificate sul sito del produttore del telefono se c’è la possibilità di aggiornarlo.
  • Controllate se sul vostro telefono l’app di Google sia aggiornata. Per fare ciò recatevi a questo indirizzo (anche dal telefono direttamente) Google Play Store e vedete se vi viene proposto di aggiornare l’applicazione. Se lo store vi dice che la dovete aggiornare, fatelo.
  • Assicuratevi che che la funzione Comandi e ricerche vocali nel pannello di gestione del tuo vostro Google, sia attiva. Come potete controllare ciò? Semplice, collegatevi a questa pagina Web, effettuate la login con l’account Google che state usando sul telefono e spostate su ON la levetta relativa all’opzione “Attività vocale e audio” se non è attiva ovviamente.
  • Non tutti i launcher supportano l’utilizzo del comando “Ok Google” dalla home screen di Android. Ovviamente, per stare tranquilli e far funzionare tutto, è utile installare (se non lo avete già) il launcher di Google Avvio Applicazioni Now che è completamente gratuito e garantisce una completa compatibilità con i comandi vocali.

Come funziona Ok Google

Una volta visto come si attiva il comando vocale di google vediamo come funziona con qualche esempio pratico. Per questo motivo vediamo le più disparate domande che potete fare al nostro assistente vocale. Possiamo chiedergli di impostare un promemoria, mandare un SMS, preparare una mail. Ma anche chiedere indicazioni stradali, il meteo di oggi o di domani.

Possiamo inoltre chiedergli delle curiosità come ad esempio quanti anni ha quel conduttore televisivo/attore/cantante/scenziato etc, oppure fare delle operazioni matematiche come la radice quadrata o una conversione di unità di misura.

Insomma possiamo chiedere di tutto di più all’assistente realizzato dal colosso americano Google. Eccovi alcuni esempi di cosa potete fare.

Ok Google Comandi

Quello che dovete sempre ricordare, prima di passare all’elenco delle possibili azioni che potete effettuare tramite il servizio di Google, è che prima di qualsiasi cosa che chiederete, e quindi per permettere una rapida attivazione della funzionalità, dovete sempre dire “Ok Google”. Quindi, esempio pratico: “ok google cerca“, “ok google chiama“, “ok google testa o croce” etc etc. Non c’è bisogno di dire due volte il comando, è sbagliato quindi dire “Ok google Ok Google” per due volte 🙂

Impostare la sveglia: “Imposta una sveglia alle 07:00” o “Imposta una sveglia ogni venerdì mattina alle 7:00”.

Impostare un promemoria: “Ricordami di chiamare Mario alle 18:00” oppure “Ricordami di comprare il cioccolato belga in piazza Virgilio”.

Creare un evento di Google Calendar: “Crea un evento nel calendario. Cena a Roma, sabato alle ore 19:00”.

Controlla la tua agenda: “Che impegni ho domani?”oppure “Quando c’è la prossima riunione?”

Chiamare un amico: “Chiama Giovanni” o “Chiama la mamma”

Inviare un SMS a un amico: “Manda un SMS a Riccardo per avvisarlo che arriverò con 5 minuti di ritardo”.

Inviare un’email: “Invia email a Mario Rossi, oggetto, Partita di calcetto, messaggio, Ci vediamo alle ore 20 per la partita, punto” (i campi sottolineati sono dei comandi specifici per la compilazione della mail).

Ottenere indicazioni: “Indicazioni per Corso Italia 115, Milano, Italia”

Trovare luoghi nelle vicinanze: “Dov’è una pizzeria più vicina?”

Ora: “Che ore sono a Londra?”

Meteo: “Mi serve il cappotto oggi?” oppure “Com’è il tempo domani mattina?”

Curiosità: “Dov’è nato Albert Einstein?” oppure “Quanti anni ha Eros Ramazzotti?”

Calcolare la mancia: “Qual è la mancia per 40 dollari?”

Tradurre parole o frasi: “Come si dice amico in spagnolo?”

Trovare la definizione di una parola: “Che cosa significa voracità?”

Convertire unità: “A quanti chili corrispondono 20 libbre?”

Trovare la soluzione a un quesito matematico: “Qual è la radice quadrata di 2408?”

Monitorare un pacco dalla conferma dell’ordine di Gmail: “Dov’è il mio pacco?”

Aprire un’app: “Apri Youtube”.

Modificare le impostazioni dell’account: “Apri le impostazioni dell’Account Google”.

Vedere la cronologia delle ricerche: “Mostra la mia cronologia delle ricerche Google”.

Modificare le impostazioni sulla privacy: “Modifica le mie impostazioni sulla privacy di Google”.

Modificare le impostazioni di sicurezza: “Modifica le impostazioni di sicurezza di Google”.

Errori comuni che si fanno con l’utilizzo del servizio

Molte persone inesperte pensano che per attivare il servizio si debba dire due volte la parola, vale a dire “ok Google Ok Google”, cioè è sbagliato. Un altro errore in cui si incorre molto spesso è quello che alcuni utenti confondono il comando dicendo Ciao Google.

Conclusioni

Questo servizio offerto da Ok Google Now è certamente molto utile e speriamo di avervi illustrato al meglio tutte le sue sfaccettature. Se cosi non fosse e avete ancora dei dubbi in merito non esitate a contattarci, utilizzare il modulo dei commenti subito sotto questo articolo.

Risponderemo a tutti i vostri quesiti su comandi, attivazioni e su tutto quello che vi va di chiederci. Chiccheinformatiche c’è, sempre! 🙂


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.