Office 2013 "un pc è per sempre"

Questa volta Microsoft fa sul serio: stando a ciò che l’azienda di Redmond ha dichiarato ai “microfoni” di Computerworld, questa volta le copie retail di Office 2013 sono assolutamente legate al PC sul quale vengono inizialmente installate, senza la possibilità di poterne usufruire altrove, pena la perdita definitiva della licenza.

Per chi non dovesse saperlo, una copia retail di un’applicazione altro non è che la copia venduta regolarmente all’interno degli stores.

Con Office 2010 era possibile installare la stessa copia retail della suite anche su più PC, a patto di disinstallare il programma dal PC “vecchio” per poi reinstallarlo sul PC “nuovo“: l’approccio appena descritto rappresenta una licenza strettamente legata all’utente, che decide come e dove utilizzare la sua copia di Office ed è autorizzato anche ad installarla su un PC diverso da quello su cui è avvenuta la prima installazione in caso di malfunzionamenti/inutilizzo.

Con Office 2013 questo non succederà, in quanto il nuovo approccio adottato da Microsoft lega indissolubilmente la licenza al PC: disinstallare e reinstallare Office 2013 con la stessa licenza sullo stesso PC sarà possibile… ma se il computer in questione dovesse rompersi?

Lo staff di Computerworld lo ha chiesto Microsoft, ma l’azienda di Redmond a tal proposito ha risposto con un secco «No Comment».

Secondo Jeff Muscarella e Rob Horwitz «Microsoft vuole ovviamente spingere i suoi utenti ad acquistare Office 365»; vi ricordo che la suite d’ufficio cloud-based di Microsoft è acquistabile in versione Home Premium (dedicata all’utilizzo personale) al prezzo di 99€, ed è utilizzabile contemporaneamente su 5 macchine diverse – assortite tra PC e Tablet Windows, e Mac.




2 Commenti - Aggiungi commento

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.