Nuovo concorso docenti 2014: ecco in cosa si differenzia!

Già dall’uscita del bando del concorso docenti 2012-2013, si chiacchierava che per il prossimo anno ne era previsto un altro ed oggi arriva la conferma.

Il Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza ha infatti annunciato che il MIUR sta lavorando alla preparazione di un nuovo concorso che dovrebbe partire a maggio 2014 e che non sarà l’unico: nel triennio 2014-2017 si prevede l’assunzione di circa 44.000 docenti, da reclutare tra i vincitori di concorso e i precari attualmente impiegati nelle scuole, così come dichiara lo stesso Ministro:

Il piano triennale rappresenta una risposta necessaria per rispondere alle migliaia di giovani e meno giovani insegnanti in attesa di un posto. Con la consapevolezza che quest’anno la riforma Fornero determinerà una minore necessità di personale, sia come supplenze che come immissioni in ruolo.

Le speranze di chi non ha superato il concorso 2012 non sono finite, anche se tutti si aspettano una selezione diversa visto il malcontento generato dalle prove a cui i candidati sono stati sottoposti; il Miur, tra l’altro, ha perso numerosi ricorsi presentati al Tar Lazio, sintomo che molte cose non sono andate nel verso giusto.
Con l’esperienza di questo concorso, quindi, si spera in modifiche determinanti nel regolamento concorsuale: innanzitutto potranno partecipare al concorso anche i docenti di ruolo, saranno ammessi anche coloro che avranno conseguito  lauree abilitanti all’insegnamento,  dal 2002 al 2012. Viene modificata la soglia minima per superare la prova preselettiva dai attuali 35 ai 30/50; nel concorso per la scuola primaria probabilmente sarà abolita la prova di lingua straniera e se nel nuovo concorso si ottenesse un punteggio minore che in uno dei precedenti si potrebbe decidere di mantenere il vecchio punteggio rinunciando al nuovo.

Noi di Chicche Informatiche vi terremo aggiornati sulle novità del nuovo concorso.




Reply