Note 8 vs Note 9, tempo di cambiare?

Il Samsung Galaxy Note 9 è finalmente arrivato, ma è davvero un nuovo modello o ha solamente qualcosa di nuovo, così per fare? Mettiamo al confronto il Note 8 con il Note 9 per capire se vale la pena fare il passaggio.

Note 8 vs Note 9

Cominciamo con il Design. Entrambi i Phablet presentano un look molto simile, in effetti si può dire che utilizzano quasi l’identica scocca – ma c’è una piccola differenza.

Il sensore delle impronte è posto differentemente nel Note 9, inserito al di sotto della fotocamera invece che al lato. Questo è già qualcosa di positivo per gli utenti che amano la serie, visto che parecchie volte si finiva per sporcare la lente della fotocamera senza mai riuscire a toccare il sensore d’impronte.

Passiamo ora alle differenze sostanziali, ovvero quelle Hardware. Nonostante il Note 8 non è poi così vecchio (solo un anno d’età) il salto tecnologico è molto concreto.

  • Il Chipset è di nuova generazione, una cosa naturale, ma il passo stavolta è più lontano del solito. Nel mentre il Note 8 (Exynos 8895) ha una potenza pari a 2.3Ghz, il Note 9 (Exynos 9810) porta fino a 2.7Ghz. Le funzioni grafiche sono inoltre più potenti.
  • La quantità di RAM e memoria interna cambia drasticamente fra i due modelli. Il modello più semplice del Note 9 ha 6Gb di RAM con 128Gb di memoria interna, una configurazione invece intermedia per il Note 8. Nel modello più avanzato, questo scala a 8Gb di RAM con 512Gb di memoria interna, assolutamente massivo.
  • La fotocamera è naturalmente molto più potente di conseguenza, anche se il Note 9 sfrutta quella già presente nel Galaxy S9 Plus: doppia fotocamera da 12Mpx con zoom ottico e super slowmo a 960Fps. Il Note 8 ha delle caratteristiche simili, ma non ha il super slowmo o dei sensori più nuovi.
  • Il sonoro nel Galaxy Note 9 è regolato dalla AKG, con Dolby Atmos incluso. Questo lo rende nettamente superiore al Note 8 su questo campo, con una qualità audio migliore.
  • La S-Pen è inoltre più aggiornata. Fino al Note 8 poteva lavorare solo con alcune Apps precise, ma con l’arrivo del Note 9 ora può funzionare in un senso più universale, dando possibilità agli sviluppatori di aggiungere il supporto per la S-Pen praticamente ovunque.

Passiamo ora alle piccole differenze. Due sono in particolarità degni di nota:

  • La batteria del Galaxy Note 8 fornisce fino a 3300mAh. Quella del Note 9 è da 4000mAh, aggiungendo un po’ di tempo prezioso in più all’uso generale.
  • Il Note 9 è leggermente più grande del Note 8 (6.4 pollici contro 6.3).

Veniamo al dunque. E’ tempo di cambiare?

Se ne avete le possibilità economiche, assolutamente sì. Se avete un Note 8 in mano, è chiaro che scenderà rapidamente di valore e sarà il momento giusto per effettuare un cambio rapido.

Il Note 9 è tutto quello che ci si aspettava come un vero successore della serie dopo lo scandalo del Note 7, con caratteristiche fulminanti e funzionalità davvero espanse.




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.