Non sei iscritto a Facebook? Potresti essere psicopatico!

E’ inutile negarlo, i social networks sono il fenomeno del momento: se ne parla sempre, nel bene e nel male, e sono sempre più spesso oggetto di studi da parte di psicologi e psichiatri.

Ma inatteso e quasi incredibile il risultato dell’indagine pubblicato sul Daily Mail inglese: secondo studi recenti, la mancata iscrizione a Facebook potrebbe essere indice di psicopatia e causa di scarto per eventuali assunzioni.

In effetti circa il 90% del personale preposto al reclutamento di risorse umane nel mercato del lavoro, tende a controllare i profili sul social network e se i contenuti sono nascosti o sono stati rimossi tende ad escludere a priori il candidato.

Anche psicologi e psichiatri reputano “normale” l’iscrizione a Facebook, considerandolo come segno di una vita sociale regolare e attiva; contrariamente, la mancata partecipazione al social network rifletterebbe un disagio psichico.

Per avallare questa teoria, propongono due esempi al limite: sia James Holmes che Anders Behring Breivik, rispettivamente autori delle stragi del Cinema Aurora e dei norvegesi nell’isola Utoya erano assenti dal popolare social network.

Personalmente e da non addetta ai lavori, reputo che non possa esserci una così stretta correlazione tra l’assenza dal social network e la psicopatia grave; credo invece che le motivazioni per non essere iscritti a Facebook possano essere svariate e non sempre determinate da un disagio psicologico.




Reply