Nokia sfida Google nell'ambito Google Glass

Secondo i rumors che circolano in queste ore sui blog. L’azienda finlandese avrebbe depositato un interessante brevetto che potrebbe avere risvolti interessanti nel mercato degli smart glass e in futuro anche degli smartphone. La soluzione che ha pensato Nokia consiste in un nuovo sistema di controllo che passa per il riconoscimento dei movimenti degli occhi e delle mani, che eliminerebbe la necessità di premere pulsanti. Tutto ruota attorno al “near-to-eye display” (NED), un sistema che si serve di  due telecamere, una rivolta verso l’interno della lente e una verso l’esterno, per monitorare i movimenti degli occhi e della mano.

nokia google glass hitech occhiali

Il metodo brevettato dalla casa finlandese prevede, come detto, l’integrazione di una doppia fotocamera e ricorre ad un sistema di tracking oculare e di riconoscimento gestuale. Una fotocamera si occupa di tracciare i movimenti dell’occhio che si sofferma su elementi presenti sul NED, mentre la seconda fotocamera legge le gesture effettuate dall’utente e le traduce in input per l’interfaccia utente visualizzata sul display.

In termini pratici, mendiante in sistema elaborato da Nokia l’utente potrà, ad esempio, spostare il cursore sul display integrato nella lente spostando lo sguardo nel punto desiderato, selezionare elementi tramite un movimento dell’occhio o tramite gesti.




Tags:

Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.