Nexus 7 e Kindle Fire HD graficamente superiori ad iPad Mini

Per Raymond M. Soneira, presidente di DisplayMate, l’iPad Mini non è un punto di riferimento dal punto di vista del display, aspetto in cui Apple si è sempre dimostrata superiore. I due principali antagonisti Android, ovvero il Google Nexus 7 e il Kindle Fire HD di Amazon, offrono una migliore esperienza di visualizzazione. I molteplici aspetti di superiorità, secondo gli esperti, sono essenzialmente dovuti ad una serie di compromessi scelti da Apple per contenere i costi di produzione e per ragioni di compatibilità pregressa.

Molte persone stanno acquistando un nuovo iPad Mini di Apple, ma ciò non significa che abbiano comprato il miglior tablet da 7 pollici.

Per quanto riguarda il display, infatti, Raymond M. Soneira, esperto di grafica e presidente di DisplayMate, sostiene che i due tablet Android da 7 pollici più popolari, ovvero il Google Nexus 7 e
il Kindle Fire HD di Amazon vincono il confronto alla grande.

Dopo avere eseguito di una serie di test proprietari per i display dei dispositivi mobili, Soneira ha trovato che
«l’iPad Mini non segue la tradizione di Apple di offrire la migliore visualizzazione, o almeno un grande display, mentre i display dei tablet di Amazon e Google hanno superato l’iPad Mini nella maggior parte delle nostre prove di laboratorio».

Sul perché Apple non abbia dotato l’iPad Mini di un display più risoluto, Soneira ritiene che:
«probabilmente sia dipeso da vincoli all’interno della linea dei prodotti iPad, altri vincoli legati alla tecnologia di visualizzazione e ai costi, ma molto è dovuto ad una serie di scelte sbagliate e di compromessi».

Entrando nei particolari, Soneira aggiunge che
«Molti utenti si aspettavano un Retina Display, come nel caso dell’iPad 3, cosa che avrebbe richiesto una densità di 326 ppi su di un’area quattro volte più grande rispetto a quella dell’iPhone 5.»

Soneira ritiene troppo oneroso per costi e per volumi di produzione. Inoltre, Apple ha scelto di passare dalla risoluzione 1024x768px a 2048×1536 per motivi di compatibilità.
Ciò ha significato per l’iPad Mini la scelta obbligata di 1024x768px con 163 ppi, una scelta che spinge il nuovo dispositivo verso il basso, tanto più che il Kindle Fire HD e il Nexus 7, che costano solo 199 dollari,
hanno entrambi display molto più risoluti con densità di 216 ppi.«Così Apple, aggiunge Soneira, l’inventore del marketing sulle qualità del Retina Display, ha ora un significativo deficit concorrenziale su questo tema. Whoops!».

Proseguendo nel suo discorso, Soneira aggiunge che
«Dal momento che l’iPad Mini costa 329 dollari, una cifra considerevolmente più alta rispetto ai due tablet Android, gli acquirenti devono considerare attentamente se il tablet Apple valga davvero i soldi extra richiesti. Per me, il Nexus 7 è ora più che mai la scelta migliore.»

Inoltre, «Apple avrebbe potuto aumentare la risoluzione dello schermo dell’iPad Mini allo stesso modo di quanto fatto per l’iPhone 5.
Avere grandi applicazioni in esecuzione all’interno di un letterbox, in un display ad alta risoluzione, sarebbe stato un ottimo modo di fornire una densità maggiore».

Per qualche ragione, che sfugge a Soneira, Apple non lo ha fatto.
Per quanto riguarda la riproduzione di video, l’iPad Mini è sceso ben al di sotto degli standard.

«Sull’iPad Mini, i video in formato 16:9 sono visualizzati in un letterbox con risoluzione 1024x576px, che si avvicina alla definizione standard piuttosto che all’alta definizione video 1280x720px disponibile sul
Kindle Fire HD di Amazon e sul Google Nexus 7. Sarebbe stato molto meglio optare per una risoluzione di 1280x960px all’interno della quale visualizzare in Letterbox le vecchie app 1024x768px».

Altro problema tipico dei dispositivi di piccole dimensioni è quello della riflessione della luce, Soneira spiega che
«La bassa riflettenza è molto importante nel determinare la reale qualità dell’immagine, soprattutto sulle tavole più piccole e portatili».

Purtroppo per i fan di Apple, sia il Kindle Fire HD sia al Nexus 7 risolvono molto meglio di Apple questo problema, avendo dalla loro anche il prezzo più basso.
«L’iPad Mini mostra una riflessione insolitamente elevata- riflette il 53% in più luce ambiente rispetto al Nexus 7 e il 41% in più rispetto al Kindle Fire HD. Questo è un altro notevole deficit competitivo».

Nella sostanza, per Soneira, lo schermo dell’iPad Mini è semplicemente inferiore sia a quello del Kindle Fire HD sia a quello del Nexus 7.

Per quanto riguarda il Nexus 7, in uno studio precedente, Soneira è rimasto colpito.

«Questa seconda generazione di tablet da 7 pollici porta notevoli miglioramenti in termini di qualità di visualizzazione, permettendo ora al dispositivo di rivaleggiare con i migliori tablet più grandi e costosi, tra cui il nuovo iPad».

Più in avanti, sempre nello stesso studio, si può leggere che «Alla fine della giornata, il Kindle Fire HD è stato il vincitore decisivo. È migliore dell’iPad 2 e quasi buono come il nuovo iPad (iPad 3) per qualità complessiva dell’immagine e accuratezza dei colori»




Reply