Microsoft accusata di corruzione

Secondo quanto pubblicato dal Wall Street Journal il colosso di Redmond sarebbe coinvolto in uno scandaloso caso di corruzione.

I dipartimenti locali di Microsoft avrebbero convinto attraverso “regali” i funzionari e i consulenti delle pubbliche amministrative di alcuni governi per ottenere l’appalto della fornitura software.

La segnalazione è partita da un ex rappresentante cinese: oltre al governo Cinese, sono coinvolti nello scandalo alcuni rappresentanti delle amministrazioni italiane e rumene. Il Dipartimento di Giustizia americano e la Securities and Exchange Commission temono la violazione della legge ” Foreign Corrupt Practices Act” del 1977: la legge vieta alle aziende quotate in borsa di offrire regali o denari ai governi stranieri.

John Frank, vice Presidente di Redmond, sul suo blog ufficiale risponde così alle accuse:

Riceviamo spesso accuse del genere riguardo a una condotta non consona dei nostri partner o dipendenti, come ogni grande azienda che si rispetti. Per questo collaboriamo sempre con le autorità.

Attualmente sono 170 i dipendenti Microsoft impegnati nella verifica di queste accuse.

 




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.