MEGA bloccato in Italia, potrebbe presto tornare online

MEGA, il nuovo servizio di Kim DotCom, erede naturale di megaupload è stato bloccato in italia dalla procura di Roma. Insieme ad esso è stato inibito l’accesso ad altri 23 siti che, secondo quanto stabilito dal Tribunale, ospitavano – e continuano a farlo – materiale protetto da copyright.

Ecco cosa dice un avvocato esperto in materia, Fulvio Sarzana:

Il Giudice delle Indagini preliminari di Roma Costantino de Robbio, su richiesta della locale procura, ha disposto il 14 luglio scorso il sequestro preventivo di 25 portali internazionali, in massima parte cyberlocker, per violazione della legge sul diritto d’autore, affidandone l’esecuzione alla polizia postale di Roma. Il titolo di reato è l’art 171 ter, comma 2 della legge sul diritto d’autore.

Stephen Hall, CEO di Mega, ha così risposto alla notizia del blocco in Italia:

Crediamo che il blocco adottato in Italia sia illegale. Il blocco è stato imposto sulla base della segnalazione di un piccolo distributore per due film, ma l’effetto di questo blocco è del tutto sproporzionato.

 

Con ogni probabilità, almeno per quanto riguarda il servizio fornito da Mega, si tratterà di un blocco momentaneo.

L’azienda ha già fatto sapere di essere al lavoro per permettere ai cittadini italiani di tornare ad accedere al servizio senza dover ricorrere a proxy e simili. La prossima settimana verrà presentato un ricorso in appello.




One Response - Add Comment

Reply