Malware su dispositivi mobili: arrivano dai siti porno

0
10

I malware arrivano anche sugli smartphone e tablet. Nel 2012, l’ambito più pericoloso per gli utenti mobili è stato quello della pornografia. Oltre il 20% del tempo trascorso da un utente in un sito “dannoso” (cioè con malware) avveniva su siti pornografici.

Lo studio è stato reso noto da un’analisi di Blue Coat, che sottolinea anche la vulnerabilità di Android come sistema operativo più colpito: il mercato non regolamentato delle applicazioni e la varietà di dispositivi basati su questo sistema garantiscono ai cybercriminali un maggior margine di successo.

Si prevede che nel 2013 le minacce aumenteranno, soprattutto perché l’adozione di dispositivi mobili è in forte crescita, non solo per gli utenti privati ma per l’adozione di smartphone e tablet aziendali.

Attenzione ai siti che visitate 😉

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.