Mail trafugate al M5S: il garante ne proibisce la pubblicazione!

Dopo due settimane dal fatto, il Garante della Privacy ha reso pubblica la sua decisione riguardo la divulgazione delle mail trafugate ai Senatori e Deputati del partito Movimento 5 stelle.

Ecco quanto riportato nella nota ufficiale:

L’attività compiuta a danno dei deputati configura, innanzitutto, una grave violazione di un diritto fondamentale sancito dalla Costituzione, quello alla segretezza della corrispondenza e delle comunicazioni di ogni cittadino, aggravato in questo caso dal fatto che a essere stata violata è la corrispondenza di membri del Parlamento, tutelati da specifiche disposizioni costituzionali.

Il garante ha disposto anche il divieto immediato per tutte le testate online, web e blog di divulgare quanto trafugato dal gruppo di hacker 15 giorni fa e non esclude che si possa procedere legalmente contro coloro che hanno diffuso i contenuti e di aprire eventuali indagini dell’Ordine dei Giornalisti.

Per gli hacker invece l’accusa non è solo di natura penale, contravvenendo agli articoli 616 e successivi del codice penale, ma si sono resi protagonisti anche della violazione del codice sulla Privacy non solo dei diretti interessati ma anche di tutti coloro che hanno comunicato con i politici via mail.




Reply