Lo smartphone vi dirà quanto tempo passate al telefono

I COLOSSI hi-tech sembrano preoccuparsi dei loro utenti e della dipendenza che lo smartphone può causare alla maggior parte delle persone che lo utilizzano. In alcuni casi il continuo controllare l’arrivo di messaggi e notifiche sfocia in autentiche sindromi come la cosiddetta ‘fomo’, la paura di rimanere tagliati fuori da notizie e aggiornamenti degli amici sui social network e nel web più in generale.

Apple e Google corrono ai ripari

Sia Apple che Google in queste settimane stanno correndo ai ripari annunciando degli interventi all’interno dei propri sistemi operativi per scongiurare la “dipendenza da smartphone”. Google inserirà una funzionalità in Android P, la prossima versione del sistema operativo del robottino verde, per allertarci quando stiamo usando troppo il telefono.

Google: consapevolezza e controllo

Se pensi alla tua giornata, riesci a ricordare per quanto hai usato il telefono?

È questa la domanda che Google pone ai suoi utenti, a cui spesso non si ha una risposta precisa.

Google, avendo Android 2 miliardi di utenti attivi, sente il peso delle sue responsabilità verso i propri utenti: “il Sistema Operativo siamo noi, e sentiamo di dover fare di più riguardo questa area. Sentiamo di avere la responsabilità di fare di più”.

Il primo passo per promuovere un utilizzo più sano e ottimizzato del telefono è quello di rendere l’utente consapevole del tempo che vi trascorre. Per questo motivo, per prossimo sistema operativo del colosso americano (Android P) verrà inserita all’interno della Dashboard una particolare sezione dedicata esclusivamente al monitoraggio del tempo di utilizzo del proprio dispositivo mobile.

Saranno mostrate, infatti, informazioni riguardanti i minuti di utilizzo totale del telefono, il numero di notifiche ricevute, un grafico a torta in cui viene mostrato il tempo di utilizzo delle app e il tempo trascorso sulle varie app, ora per ora.

Eccovi una schermata di esempio di quello che sarà possibile vedere:

google tempo utilizzo

Anche Apple fa la sua parte

Anche Apple, forse dopo aver visto che s’è mosso in questa direzione Google, ha annunciato che nel prossimo iOS 12 farà qualcosa del genere. Stando a quanto scrive l’informatissimo Bloomberg, infatti, Cupertino annuncerà a brevissimo una sezione dedicata (in iOS 12) alla ‘digital health‘, cioè alla salute digitale, raggiungibile dalle impostazioni generali.

Anche Cupertino, dopo l’annuncio di BIgG, quindi, metterà a disposizione dell’utente ‘una serie di strumenti’ che sottolineeranno quanto tempo trascorre con l’iPhone (o l’iPad) in mano e cosa ci fa.

iOS 12 e gli strumenti di salute

Presumibilmente, gli strumenti di salute digitale che Apple inserirà in iOS 12 includeranno modi per monitorare e gestire quanto tempo un utente spende sul proprio iPhone. Ciò sarà utile per i genitori che sperano di frenare la dipendenza da smartphone nei bambini o gli adulti che vogliono semplicemente passare meno tempo sui propri dispositivi.




Rispondi

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.