Le migliori distribuzioni Linux

Linux ha molte distribuzioni, quali sono le migliori e le più usate? Analizziamole assieme.

UbuntuLinux Mint e PCLinuxOS sono considerate le vie più facili per i nuovi utenti che vogliono essere operativi con Linux il più presto possibile senza confrontarsi con tutte le sue varie complessità.

Dall’altra parte invece abbiamo, Slackware LinuxArch LinuxFreeBSD che sono distribuzioni più avanzate e che richiedono un po’ di studio prima di essere utilizzate effettivamente.

openSUSEFedoraDebian Mageia possono essere classificate come una buona “via di mezzo”. Mentre CentOS è una distribuzione enterprise, utilizzabile da chi preferisce stabilità, affidabilità e supporto a lungo termine con funzionalità e software all’avanguardia.


Vediamo i pro e i contro delle distribuzioni di cui abbiamo parlato.

Ubuntu

  • Pro: Ciclo di rilascio e supporto a periodi fissi; utilizzabile anche dagli inesperti; ricca di documentazione, contribuzioni apportate sia dal team ufficiale sia dagli utenti.
  • Contro: frequenti cambiamenti sostanziali portano alcuni utenti ad abbandonarla

Linux Mint

  • Pro: centinaia di miglioramenti per una facile usabilità, codec multimediali inclusi, aperta ai suggerimenti degli utenti
  • Contro: l’edizione “community” non sempre include le ultime funzionalità, il progetto non emette avvisi di sicurezza

Fedora

  • Pro: Molto innovativa; funzioni di sicurezza avanzate; supporta un alto numero di pacchetti; stretta osservanza della filosofia del software libero; disponibilità di live CD per tutti gli ambienti desktop più diffusi
  • Contro: Fedora tende a concentrarsi più su funzionalità enterprise che all’usabilità dell’ambiente desktop

Debian

  • Pro: Molto stabile; notevole controllo di qualità; include più di 20,000 pacchetti software; supporta più architetture di processori rispetto alle altre distribuzioni
  • Contro: Conservativa – per il suo supporto a molte architetture le nuove tecnologie non sono sempre incluse; ciclo di rilascio lento (una release stabile ogni 1-3 anni);

openSuse

  • Pro: Tool di configurazione intuitivo e di buona comprensione; grande repository di pacchetti software, infrastruttura del sito web e documentazione stampabile eccellenti
  • Contro: le sue funzionalità pesantemente basate su desktop ed utility grafiche sono a volte pesanti e lente

Arch Linux

  • Pro: Infrastruttura di gestione software eccellente; molto customizzabile e con tante opzioni di tweaking; documentazione online superba
  • Contro: Occasionalmente instabile

PCLinuxOS

  • Pro: Supporto per driver grafici, plugin dei browser e codec multimediali; usa un meccanismo di rolling-release per gli update; software sempre aggiornati
  • Contro: nessun supporto per lingue diverse dall’inglese; mancanza di piani sulle release e di avvisi di sicurezza, mancanza di versioni stabili a 64 bit

CentOS

  • Pro: Estremamente ben testata, stabile ed affidabile; gratuita per il download e l’utilizzo; contiene 5-anni di aggiornamenti di sicurezza gratuiti;
  • Contro: Mancano le ultime tecnologie Linux; occasionalmente il progetto non mantiene le sue promesse di rilascio di aggiornamenti di sicurezza e di nuove release stabili

Mageia

  • Pro: amichevole con gli inesperti; utility di configurazione centralizzata eccellente; buon supporto per dozzine di lingue;
  • Contro: qualche preoccupazione riguardo all’abilità degli sviluppatori nel mantenere la distribuzione a lungo termine su basi volontarie

Slackware Linux

  • Pro: Considerata molto stabile, pulita e largamente priva di bug, stretta osservazione dei principi UNIX
  • Contro: Numero limitato di applicazioni supportate ufficialmente; conservativa nella selezione dei pacchetti base; procedura di upgrade complessa

FreeBSD

  • Pro: Veloce e stabile; disponibili più di 21,000 software installabili; buona documentazione
  • Contro: Tende a restare indietro rispetto alle distribuzioni Linux per il supporto di nuovo hardware, disponibilità limitata di applicazioni commerciali; mancano tool di configurazione grafici
Alcune informazioni utilizzate nell’articolo appartengono a DistroWatch.



Tags:

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.