Le migliori alternative a Photoshop

Qual è il programma più utilizzato da fotografi e disegnatori? Ma Photoshop naturalmente! Conosciuto anche come PS, è un programma molto potente ha ha un “difetto”: è ritenuto assai costoso.

Vediamo quali alternative abbiamo a disposizione per disegnare o modificare foto in santa pace del nostro portafoglio:

Photoshop Express

La versione più semplice di Photoshop, per restare in casa Adobe, è gratuita. Si può usare Photoshop Express da browser o scaricare l’app per Android, iOS o Windows Phone.

L’app permette di ritagliare, ruotare, ridimensionare le immagini, regolare le variabili principali come la luminosità e il contrasto e rimuovere gli occhi rossi. Certo di certo non è come il prodotto principale ma può essere un buon software se non dovete fare cose complesse

GIMP

Buono per tutti i sistemi operativi mainstream, quindi s’intende Windows, MacOS e Linux. Gimp è un programma molto potente, ma può confondere qualsiasi utente che non è abituato al suo design: molte delle funzioni presenti in Photoshop sono anche presenti in GIMP, ma non sono così facili da trovare.

D’altro canto il programma è completamente gratuito e può essere almeno una buona introduzione per tutti quelli che cercano uno strumento per iniziare a maneggiare foto o disegnare sul serio.

Affinity Photo.

Non tutte le alternative sono gratuite. Affinity costa infatti 50 euro (al momento è in offerta a 40) ma ne vale assolutamente la pena. Iniziando col dire che funziona sia su Mac che su Windows, questo programma è completamente simile a Photoshop e non ha i problemi di navigazione che Gimp ha di sua natura.

Se non altro è il prossimo passo che possiamo fare dopo aver provato Gimp, così da iniziare a produrre al 100% delle nostre capacità.

L’unica cosa che gli manca naturalmente è l’insieme di collegamenti e servizi di Adobe, ma se ne possiamo fare a meno…Affinity è pronto all’uso!

Pixelmator

Fatto solamente per Mac, Pixelmator ha un costo minore di Affinity Photo ma può fare anche qualcosina di più, come vettorializzare un immagine. L’unica pecca aggiunta è che è difficile da navigare, un problema insito come già detto anche in Gimp.

Tuttavia per appena 30 euro possiamo anche prendere il rischio e provare a vedere se riusciamo a starci bene, premesso che il Trial gratuito è disponibile comunque sul sito madre del prodotto.

Non dimenticatevi comunque che i tempi di Photoshop ultra-costoso sono (in un certo senso) terminati.

Ormai da molto tempo Adobe fornisce un servizio d’abbonamento che vi da accesso all’ultima versione di Photoshop ed altri programmi per appena 12 euro al mese




Tags:

One Response - Add Comment

Reply