Le due chiavi del successo di Microsoft: diversificare e condividere

0
41
microsoft

A novembre, per poche ore, Microsoft è riuscita ad essere la società con più capitalizzazione al mondo, fatto mai successo negli ultimi otto anni: 812,93 contro i 812,60 miliardi di Apple, dal 2010 regina incontrastata nella borsa americana. Vediamo allora l’andamento delle due antagoniste e i motivi che portano tante famiglie a considerare gli strumenti informatici di Microsoft come parte integrante della propria vita quotidiana.

Microsoft VS Apple

Queste due realtà importanti si intrecciano da sempre: da una parte c’è Microsoft, uno dei primi attori sul mercato dell’informatica e che da allora è riuscito ad affermarsi come prima scelta di diverse generazioni di utenti. Il percorso di Microsoft non è però stato tutto rose e fiori e più volte la società si è ritrovata sul punto di essere acquistata da “pesci più grossi”.

Come ricorda l’infografica di Betway Casinò, incentrata proprio sul delicato tema delle decisioni prese dai grossi gruppi aziendali del calibro di Yahoo o di Motorola, nel 1975 EDS si fece scappare la possibilità di comprare Microsoft e sottovalutandone il valore a lungo termine rifiutò l’offerta fatta da Bill Gates, permettendo così all’azienda di trasformarsi in un colosso di livello mondiale. Un’altra tappa fondamentale della storia della Microsoft fu il 2014: dopo alti e bassi nel settore del mobile e qualche errore nel campo consumer, arriva in azienda l’AD Satya Nadella, che ha portato con sé un’impennata soprattutto in ambito cloud, intelligenza artificiale, informatica quantistica e nei numerosi servizi aziendali.

Dall’altro lato della barricata c’è Apple, che subito dopo la prematura scomparsa del suo guru Steve Jobs aveva accusato il colpo, ma che oggi si presenta più forte che mai con i nuovi iPhone XS e XR. Lo scorso ottobre Apple è stata la prima società a oltrepassare la barriera dei 1.000 miliardi di capitalizzazione, raggiungendo addirittura 1.100 miliardi: non male per un’azienda dalle umili origini il cui il primo ufficio era il garage di casa. Apple, forse ancora più di microsoft, è riuscita a crearsi un’identità ben definita e a legare al proprio marchio non solo i concetti di funzionalità e tecnologia ma soprattutto quello di eleganza e di innovazione.

Microsoft

IMAGE SOURCE: Betway.it

Quali sono i punti forti di Microsoft?

Microsoft ha puntato da sempre su una gamma di prodotti informatici molto diversificati, capaci di potenziare ed amplificare la produttività degli utenti, supportandoli in questa nuova vita sempre più digitale. Le innovative versioni di Office 365 Personal e Home, sono in grado di fornire alle persone gli strumenti adatti per sfruttare ed esprimere al massimo il proprio tempo e potenziale.

Proprio durante il recente evento Office Smart Breakfast, svoltosi all’interno della Microsoft House di Milano, Microsoft ha presentato novità per gli abbonamenti Office 365, già utilizzati dal 74% dei lavoratori, molti dei quali liberi professionisti, dal 92% degli studenti e dal 54% degli over 35 per attività legate alla gestione domestica quotidiana. Interessante anche la ricerca realizzata da Doxa, che ha dimostrato come l’utilizzo del pacchetto Office 365 si basi su un altro punto forte di questa azienda: la condivisione.

In otto casi su dieci infatti, la suite viene usata da almeno un altro componente del nucleo familiare. Con la nuova estensione da 5 a 6 del numero di licenze disponibili per l’abbonamento Home, Office potrà completare al meglio la sinergia casa-famiglia e gli utenti potranno installarlo su un numero illimitato di dispositivi, accedendo con l’account fino a cinque device nello stesso momento. Sempre secondo l’indagine, si è scoperto che se non ci fosse Office, almeno l’82% degli utenti si troverebbe spaesato e incapace di svolgere le proprie attività quotidiane.

office

Grandi novità anche per Xbox

Un altro punto di forza di Microsoft è il settore del Gaming, su cui l’azienda sta puntando particolarmente, soprattutto con il prodotto Xbox Game Pass che continua la sua corsa al successo. In occasione dell’evento X018 organizzato dal colosso informatico a Città del Messico, la community di appassionati ha potuto scoprire tutte le novità su Xbox Game Pass, che si arricchirà di nuovi giochi a cadenza mensile, come Crackdown 3, che debutterà su Xbox One e Windows il 10 febbraio 2019.

A dicembre gli amanti del genere platform potranno intanto avere un assaggio dell’avventura di Ori in attesa del sequel, Ori and the Will of the Wisps. Durante l’evento sono state rivelate anche le espansioni per altri titoli first-party come State of Decay 2, Sea of Thieves e l’avventuroso Forza Horizon 4, che avrà anche un contenuto aggiuntivo, Fortune Island, in vendita da dicembre.

Le novità non sono finite qui, Microsoft ha voluto concludere l’evento con un altro importante annuncio: gli studi Obsidian Entertainment, che hanno firmato titoli come Fallout: New Vegas e Pillars of Eternity e il marchio inXile Entertainment, ovvero la software house diretta da Brian Fargo, entreranno a far parte della famiglia di Microsoft Studios, per supportare il colosso statunitense nella dura sfida con Sony.

La concorrenza è avvisata: con un servizio come Xbox Game Pass, che sta funzionando sempre meglio e sta correndo per conquistare anche i gamer più scettici, grazie a giochi sempre innovativi e accattivanti, il futuro di Xbox sembra prospettarsi ricco di cambiamenti, tutti in positivo. Per sapere come andrà a finire si dovrà attendere la nuova generazione, ma intanto si sono gettate le basi per una raccolta futura molto promettente.

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.