La registrazione per vedere film in streaming è davvero gratis?

Le statistiche circa le chiavi di ricerca più cercate nel web parlano di circa un milione e mezzo di italiani che ogni mese utilizza Google(o altri motori di ricerca) la parola Film in Streaming o Altadefinizione. Perchè? La risposta è semplice: si cerca di vedere, talvolta illegalmente, film o serie tv in prima visione o altro materiale in streaming direttamente dal PC, tablet, smartphone e altre apparecchiature che permettono ciò.

Esistono migliaia di siti che permettono di fare ciò ed è piuttosto semplice trovarli. Basta usare, appunto, Google e cercare una delle parole chiavi sopra citate. Ma attenzione, il pericolo è sempre dietro l’angolo.

Vedere film in streaming è davvero gratis?

In linea di massima si. In genere, almeno fino a qualche anno fa, vedere film in streaming era piuttosto semplice e l’unico problema che si presentava per l’utente era quello di doversi districare tra la miriade di pagine pubblicitarie che si aprivano durante la navigazione.

Negli ultimi tempi, però, le cose sono cambiate. Per cercare di monetizzare al massimo questi siti web, soprattutto quelli illegali, utilizzano un nuovo metodo: quello della richiesta di registrazione da parte dell’utente.

Di per se la registrazione con un semplice nome, cognome, nome utente e password non è rischiosa. Molti siti la chiedono, anche quelli che non trattano streaming. Il problema con i siti di streaming, però, avviene quando, dopo la classica schermata di registrazione, ne appare un’altra dove viene richiesto di inserire la carta di credito.

Eccovi una schermata d’esempio:

film serie

Bene, uscite subito da un sito che presenta una pagina simile a questa che vi abbiamo mostrato perchè potrebbe prendersi dei soldi dalla vostra carta di credito.

Sicuramente starete pensando, e chi è che inserisce la propria carta di credito? Beh, ancora tante, tantissime persone. E il problema che ne consegue ve lo lascio immaginare.

Nonostante le rassicurazioni fatte dal sito (“Ti chiediamo di verificare il tuo indirizzo postale fornendoci un numero di carta di credito valido. Ti garantiamo che nessun addebito verrà effettuato per confermare il tuo account. Nessun addebito apparirà sull’estratto della tua carta di credito a meno che tu non passi all’Iscrizione Premium oppure effettui un acquisto“) dopo 5 giorni dall’inserimento dei vostri dati, se non effettuate immediata disdetta entro i cinque giorni, vi verranno addebbitati 24,95 euro e così, pur non volendo, sarete diventati clienti premium. Se invece volete cancellarvi subito, vi addebiteranno un altro euro.

La polizia postale ha già ricevuto numerose segnalazioni ma evidentemente essendo questi siti posti all’estero non è possibile fare più di tanto anche perchè cambiano di continuo.

E allora entriamo in gioco noi di chiccheinformatiche cercando di allertare sempre i nostri utenti sui pericoli della rete.

Se siete capitati in uno di questi siti ed avete inserito la vostra carta di credito allora vi invitiamo a leggere questo nostro articolo visto che un modo per riavere i vostri soldi c’è, anche se non è sicurissimo al 100%. In questo articolo parliamo di DonnaPlay ma il procedimento è praticamente lo stesso con tutti i siti:

Donnaplay rimborso possibile? Vi diamo qualche dritta

In definitiva, è gratis o meno vedere film in streaming?

Dovrebbe essere gratis ma oramai è veramente difficile trovare siti che non cercano dei trabbocchetti per ricavare più soldi possibili agli ignari utenti. QUINDI ATTENZIONE




Reply