La morte del jack 3,5 mm è necessaria o no?

Molti si lamentano di come il Jack 3,5mm stia pian piano venendo escluso da molti dei cellulari futuri e in attuale sviluppo, questo per renderli più sottili e performanti: in un certo senso, alcune di queste lamentele possono essere anche legittime. Forse questo passo può sembrare brusco.

Ma negli anni, le cuffiette senza fili hanno continuato ad evolversi, cosi come del resto tutta la tecnologia

Un buon paio di cuffie può durare fino a 15 ore, se la carica è completa. E’ anche vero che il fattore della ricarica rimane, ma i tempi stanno diventando sempre più longevi per ogni carica effettuata.

Inoltre, come già è ovvio, non bisogna arrovellarsi fra i fili annodati, che sono troppo lunghi o corti. Sia cuffie grandi che semplici cuffiette hanno ottenuto la possibilità di poter sviluppare dell’ottimo audio.

Sì, c’è sempre la possibilità di perderli, ed il costo è ancora parecchio alto per quelli di più alta qualità: ma è solo e sempre questione di tempo prima che questa tecnologia diventerà più economica.

E se non si parla del Wireless, possiamo sempre parlare dell’USB tipo C o il Lightning. Grazie alle loro qualità superiori di trasmissione elettrica e dati, possono sviluppare qualità audio ben superiori al vecchio connettore 3,5mm.

Questo può anche dare via a cuffie che hanno più di due semplici uscite stereo, bensì portano fino a 6 satelliti interni per l’audio, con una virtualizzazione dell’audio 7.1.

Per chiudere il discorso, è chiaro che la transazione da audio 3,5mm a Wireless non sarà mai una cosa comoda o semplice. Il piccolo jack audio esiste da decenni e molti si sono abituati all’idea che resterà con noi per sempre.

Ma l’avanzamento tecnologico avrà sempre l’ultima parola su tutto, e man mano che le comodità delle cuffiette senza filo diventeranno sempre più evidenti, le cuffie 3,5mm cominceranno a diventare sempre più rare.

Prima che ciò accada però, dovremo attendere anni



Ti potrebbe interessare:


Reply