La Cybercity: campo di addestramento per l'anti-hacker!

Nel 21° secolo un’ipotetica guerra non può non essere che digitale: è questa la paura del Governo Americano, che, corre ai ripari addestrando i propri “militari”.

Nasce il progetto, fortemente voluto dal Pentagono, della Cybercity; si tratta di una città virtuale con 15 mila abitanti e dotata di servizi ed infrastrutture tipiche di un centro cittadino: una stazione ferroviaria, una banca, un ospedale, una centrale elettrica, strade e semafori, bar con accesso WiFi.

In realtà è un vero è proprio campo di addestramento: gli hacker “assoldati” dal Governo americano infatti potranno allenarsi a difendere la propria città virtuale, a favore della sicurezza del cittadino e delle istituzioni.

L’azienda incaricata della costruzione della Cybercity è la Counter Hack del New Jersey e fortemente voluta dal Pentagono: la città virtuale è solo il primo passo verso una nuova strategia antihackeraggio degli Stati Uniti.

Il fondatore della Counter Hack, Ed Skoudis, ha così commentato il suo progetto:

“I cattivi stanno migliorando molto in fretta e noi non vogliamo rimanere indietro. “A qualcuno può sembrare un gioco, ma i guerrieri cibernetici in questo modo si addestrano. Se venisse lanciato un duro attacco contro la nostra nazione, noi americani dobbiamo avere la possibilità di essere protetti”.




Tags:

Reply