La Cybercity: campo di addestramento per l'anti-hacker!

Nel 21° secolo un’ipotetica guerra non può non essere che digitale: è questa la paura del Governo Americano, che, corre ai ripari addestrando i propri “militari”.

Nasce il progetto, fortemente voluto dal Pentagono, della Cybercity; si tratta di una città virtuale con 15 mila abitanti e dotata di servizi ed infrastrutture tipiche di un centro cittadino: una stazione ferroviaria, una banca, un ospedale, una centrale elettrica, strade e semafori, bar con accesso WiFi.

In realtà è un vero è proprio campo di addestramento: gli hacker “assoldati” dal Governo americano infatti potranno allenarsi a difendere la propria città virtuale, a favore della sicurezza del cittadino e delle istituzioni.

L’azienda incaricata della costruzione della Cybercity è la Counter Hack del New Jersey e fortemente voluta dal Pentagono: la città virtuale è solo il primo passo verso una nuova strategia antihackeraggio degli Stati Uniti.

Il fondatore della Counter Hack, Ed Skoudis, ha così commentato il suo progetto:

“I cattivi stanno migliorando molto in fretta e noi non vogliamo rimanere indietro. “A qualcuno può sembrare un gioco, ma i guerrieri cibernetici in questo modo si addestrano. Se venisse lanciato un duro attacco contro la nostra nazione, noi americani dobbiamo avere la possibilità di essere protetti”.




Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.