La Commissione Europea redarguisce Google

Più che un rimprovero, si tratta dell’Ultima Ratio, ovvero dell’ultimo avvertimento utile. Google accusato dalla Commissione europea per ben 4 violazioni, dovrà presentare entro il prossimo mese proposte vincolanti per correggere le violazioni.

Il commissario europeo, Joaquin Almunia, spiega quali siano i “crimini” commessi dal motore di ricerca più utilizzato del web:

1. la maggior parte dei link presenti sul motore di ricerca rinvia verso propri servizi;

2. la modalità in cui si copiano i contenuti di altri motori senza autorizzazione;

3. la pubblicità;

4. la portabilità della ricerca.

Google UE

L’antitrust della Ue ha sottolineato i danni che Google provoca ai suoi concorrenti, sfalsando così il mercato e la libertà di concorrenza; la disponibilità a discutere e a porre rimedio alla situazione però tranquillizza la Commissione Europea che è ben lieta di dare una possibilità ai vertici di Google senza ricorrere in azioni costrittive e sanzionatorie…almeno per il momento.




Reply