l falsario del film “Prova a prendermi” ha dichiarato: proteggetevi da Facebook

Sicuramente la maggior parte di voi, cari lettori, avrà visto il film con Di Caprio Prova a prendermi. Prova a prendermi (Catch Me If You Can) è un film del 2002 diretto dal famoso regista Steven Spielberg, adattato dal romanzo autobiografico Catch Me if You Can di Frank Abagnale Jr. e ambientato negli anni sessanta.

Leonardo DiCaprio interpreta il protagonista, un ragazzo che prima di compiere 19 anni scappa di casa e riesce, lavorando da falsario, a guadagnare milioni di dollari fingendosi nell’ordine pilota della Pan American World Airways, medico in Georgia e laureato all’Università di Berkeley (California). La sua abilità nel falsificare assegni lo condurrà, una volta catturato, a collaborare con l’FBI per i casi di frode bancaria. Il film ottenne due candidature ai Premi Oscar 2003 grazie a John Williams (migliore colonna sonora) e Christopher Walken (miglior attore non protagonista, nel ruolo del padre di Frank Abagnale Jr.).

Torna a parlare il protagonista reale della vicenza, Frank Abagnale, oggi collaboratore dell’Fbi.

Ha messo in guardia dai furti di identità ed ha dichiarato:

Quel che feci negli anni 60 è 4.000 volte più facile oggi con le tecnologie e gli strumenti che ci sono adesso.

Poi parla di facebook:

“Io non ci sono ma i miei tre figli sì. Capisco perfettamente perché alla gente piace. Ma, come ogni tecnologia, si deve insegnare ai bambini come usarla, è un obbligo della società.

Abagnale ha descritto tecniche e strumenti ampiamente disponibili per raccogliere quantità pericolose di dati personali dal social network. Per esempio un virus che permette il tracciamento di un utente di Facebook, anche se il suo telefono non sta trasmettendo, oppure un software, facilmente disponibile, che sarebbe proprietà di Google, che sfrutta il riconoscimento facciale e può identificare un individuo con i propri dati personali su Facebook “in soli sette secondi”. 

Ha inoltre spiegato:

Pensate di avere messo il minimo indispensabile sul vostro profilo, ed essere a prova di furto? Spiacenti di deludervi. Se mi consegnate [su Facebook] la vostra data di nascita e dove siete nati ho già al 98% il modo per rubare la vostra identità. Non indicate la data e il luogo di nascita, o sarà come suggerire ’vieni a rubare la mia identità’.”

Insomma se lo dice uno che negli anni ’60 è riuscito a diventare Pilota, Medico, Avvocato falsificando qualsiasi cosa (e senza l’uso dei pc che all’epoca non esistevano) allora bisogna crederci per forza. Attenzione a ciò che scrivete e postate su facebook! 😉

Eccovi un estratto del film




Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.