iPhone 5S, problemi di privacy con le impronte digitali?

Come certamente saprete amici lettori apple ha presentato il nuovo iphone di punta, l’iphone 5s. Il 5S sarà il primo smartphone ad avere uno scanner per il riconoscimento delle impronte digitali, rendendo più facile e più sicuro lo sblocco del dispositivo.  Intorno a Touch ID è nato un dibattito, su quanto sia sicuro il nuovo sistema, o quanto possa minacciare la privacy di chi comprerà il telefono.

Come riporta il Wall Street Journal, molti osservatori sostengono, infatti, che Apple avrebbe la possibilità di registrare milioni di impronte digitali dei suoi utenti. Per questo ieri pomeriggio in un nota il portavoce di Apple ha fatto sapere che Touch ID, il nome della tecnologia alla base del riconoscimento, non immagazzinerà le immagini delle impronte.

Apple ha assicurato inoltre che i dati rimarranno all’interno del processore di iPhone e serviranno solo per sbloccare lo smartphone (o accedere ad iTunes, iBooks e App Store) senza dover inserire codici o password.

Magari (certamente) in futuro emergeranno bug ed exploit, ma a parte questo resta da prendere in considerazione la questione della privacy – che per molti è anche più importante delle disquisizioni tecniche.

La Free Software Foundation, tramite il direttore esecutivo John Sullivan, sottolinea che sarebbe meglio non fidarsi del nuovo iPhone – come di tutti i sistemi chiusi in generale.

Ecco la dichiarazione:

Non possiamo immaginare un modo più ostile di rispondere all’ondata di preoccupazioni sulla privacy, che proporre uno scanner per impronte chiuso e accessibile dalla Rete. Apple ci ha dato nuovo hardware con le stesse vecchie restrizioni, e permette solo software approvato da Apple. Mette così gli utenti – con i loro dati, privacy e libertà di espressione – alla mercé di programmi le cui operazioni segrete non sono degne di fiducia

 A questo punto sta a ognuno di voi decidere se usare questa nuova tecnologia o no. Di certo è comoda.

Voi che ne pensate?




Tags:

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.