Intelligence machine: la ricetta di Jonney Shih per il futuro degli smartphone

0
299
Il presidente Asus

Il presidente di Asus ha lanciato il nuovo Zenfone 6: “Puntiamo alla qualità dell’innovazione non al volume di mercato”.

Innovazione, non mass market. Questa la filosofia di Asus, il colosso della tecnologia che da Taiwan produce computer, smartphone, schede madri, lettori ottici e tutto ciò che di computerizzato e digitale potete pensare. Sviluppo e modernità, queste le sue parole d’ordine, per differenziarsi dall’approccio cinese e per stringere importanti legami con altri colossi: Intel e Microsoft, ma anche Qualcomm e Google.

L’artefice di questo successo risponde al nome di Jonney Shih, presidente di Asus dal 2003, leader vero, capo carismatico dell’azienda. È tra gli artefici della rivoluzione del netbook, quando nel 2006 ha lanciato l’Eee Pc. Ma allo stesso tempo è un visionario e un uomo normale: di lui dicono che, quando è in viaggio di lavoro, rifiuti qualsiasi suite o camera da lusso, per dormire in stanze normalissime. Piccoli ingredienti di un uomo straordinario, che sta guidando Asus verso il futuro.

Il prossimo passo, infatti, è Zenfone 6, serie di smartphone che, secondo lui, dovrebbe aprire le porte all’intelligence machine, una tecnologia già sperimentata con successo nelle slot machine online.

Quando siamo entrati nel mondo del mobileha spiegato al margine di un’intervista Shihabbiamo subito pensato all’innovazione, guardiamo il primo Padfone, dopo qualche anno abbiamo pensato a come renderli più economici. Il motivo per cui adesso abbiamo cambiato marcia è legato al momento, sono convinto sia quello giusto per tornare indietro e ritrovare la vera anima di Asus.

Al centro di Zenfone 6 c’è la consapevolezza di come lo smartphone, nell’immediato futuro, diventerà il dispositivo più importante della nostra vita, dell’era cloud, dell’intelligenza artificiale e del 3D sensing.

Avvicinarsi alla clientela, rispondere alle esigenze di qualsiasi persona. Sotto quest’ottica si deve leggere il cosiddetto “lusso potenziante”, una filosofia che per Jonney Shih deve offrire ai consumatori tutto ciò di cui hanno bisogno. E Zenfone 6 e quanto di più alto si possa immaginare: fotocamera “ribaltabile”, sensore da 48 megapixel, batteria da 5.000 mAh da due giorni di autonomia.

Puntiamo ad un business sostenibile, ad una crescita organica, senza voler raggiungere il market share. È un percorso difficile ma è la nostra strategia, ha spiegato invece Fabio Capocchi, General Manager Mobile a livello Emea della società: Asus ha infatti abbandonato la ricerca dei volumi, per concentrarsi sulla produzione di materiali unici, altamente definiti, dalle funzionalità innovative.


Ti potrebbero interessare:

mm
CEO e fondatore del sito Chiccheinformatiche. Appassionato da anni all’informatica, è un programmatore esperto con la passione per le novità e gli aggiornamenti. Diplomato presso l’ITIS, vanta la realizzazione di software e applicazioni per computer e dispositivi mobili. Con una comprovata esperienza nell’ambito dei sistemi di rete, è esperto anche in hardware e installazioni di network. Oltre all’informatica ha un’altra grande passione, il calcio, che coltiva allenando una squadra di categoria dilettante con enormi soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

NOTA BENE: tutti i commenti che inserisci entrano a far parte di una coda di moderazione e quindi se non li vedi è del tutto normale. Devi aspettare che l'amministratore del sito li veda e li approvi (con relativa risposta). Per questo motivo si è pregati di inviare un solo commento per volta per non intasare il sito di commenti doppi. Tranquilli! Rispondiamo a tutti. Dateci solo il tempo :)

Notificami per e-mail

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.