Intel Broadwell: processori saldati sulle schede madri

Arrivano indiscrezioni che a molti appassionati dei computer desktop potrebbero non essere gradevoli. Si parla infatti dell’intenzione di Intel di adottare un nuovo sistema di connessione tra scheda madre e processore rinunciando al socket e saldando i due componenti.

Più precisamente si passerà da un tipo di chip LGA, quello attuale basato sui socket, ad uno BGA che viene connesso alla scheda madre attraverso delle saldature. Il BGA è solitamente utilizzato all’interno dei portatili.

Questo tipo di passaggio sarà disprezzato da molti appassionati desktop, visto che non si potrà più sostituire il processore per effettuare un upgrade o in caso di rottura bisognerà sostituire l’intero componente (cpu+scheda madre).

Il motivo per il quale Intel abbia intenzione di effettuare questo passaggio si basa sull’intenzione di voler integrare man mano sempre più componenti all’interno di un unico chip, infatti Broadwell integrerà anche il chipset che attualmente si trova sulle schede madri. Una continua integrazione ha comunque i suoi vantaggi, con minori latenze e prestazioni migliori.

Per ora si tratta ancora di indiscrezioni, nel caso saranno veritiere bisognerà vedere come reagiranno i produttori di schede madri ed in caso come si adatteranno alla situazione.




One Response - Add Comment

Reply