In Gran Bretagna il popolo degli SMS

I britannici abbandonano l’idea di fare telefonate ed inviano messaggi.

E’ il risultato del report dell’Ofcom, l’autorità competente del Regno Unito per le società di comunicazioni: nel 2011 si è registrato un forte calo delle chiamate a favore di una crescita incrementale del numero di messaggi inviati.

Tra il 2010 e il 2011 è stato registrato uno scarto di un miliardo di minuti di chiamate vocali: solo il 47% degli utenti britannici ha infatti effettuato una chiamata quotidiana durante lo scorso anno.

Complice di questa nuova tendenza la diffusione degli smartphone che favoriscono meglio degli altri cellulari l’inclinazione all’uso del texting; ma sono soprattutto le nuove generazioni a fare un uso continuo degli SMS: circa il 96% dei giovani sotto i 24 anni ha utilizzato una forma di text-based-application ogni giorno. 

Ma perché il messaggio viene preferito alla chiamata? Innanzitutto un sms è molto più conveniente in termini economici e di tempo, ma attenzione solo nel caso in cui si tratti di una comunicazione “secca”: se si tratta di uno scambio di opinioni e di una comunicazione di tipo organizzativa con uno scambio di numerosi SMS la convenienza viene a mancare.

L’SMS inoltre risulta meno sfacciato e invadente rispetto alla chiamata e in certi casi è più facile scrivere che parlare.

 

 




Tags:

Reply